Superstrada: Bona e Cassinetta rimangono compatti per il NO

    81

    Riceviamo e pubblichiamo dal sindaco di Cassinetta, Michele Bona

    CASSINETTA DI LUGAGNANO – Sul tema strada Vigevano-Malpensa, come sempre sui vari media sembra sia partita la gara a “chi la spara più grossa”. Io cerco di dare la mia lettura. Personalmente, a valle dell’incontro che questa settimana abbiamo avuto ad Abbiategrasso tra tutti i sindaci dei comuni interessati dall’opera e con il Parco del Ticino e Città Metropolitana nella persona del Vicesindaco Censi, mi è sembrato che il parere di tutti i sindaci presenti in merito al progetto presentato nel 2015, sul quale saremo chiamati ad esprimerci il 27 gennaio davanti al Consiglio Superiore del Lavori Pubblici a Roma, fosse unanime e contrario con la sola eccezione di Robecco S/N. Sarò il 27 forse smentito?

    Michele Bona
    Michele Bona

    Ogni Comune si assumerà in tale sede la responsabilità delle proprie scelte di fronte ai propri cittadini, al nostro territorio e per alcuni anche di fronte ai propri prossimi elettori. Il 27 gennaio avremo evidenza finalmente, dovendo votare con un SI o un NO – ad un progetto che essendo quello del 2015 ricordo non essere mai piaciuto a nessuno, a qualunque “fronte” appartenesse – della posizione di ciascun comune rispetto a tale inutile opera, che non è ancora stata finanziata e per la quale non è mai stata dichiarata alcuna pubblica utilità. Se vogliamo poi continuare a farci raccontare storie e a credere a chi ce le racconta di continuo, la prossima favola potremmo ascoltarla probabilmente lunedì sera durante l’incontro aperto al pubblico che si terrà a Robecco. Per quanto riguarda Cassinetta, la contrarietà a tale progetto rimarrà tale.

    Articolo precedenteMagenta, al P31 le grandi foto ‘rock’ di Massimo Barbaglia
    Articolo successivoRobecco, il gesto eroico di Alfredo Punzi salva la vita a un giovane padre