Suona la prima campanella alle Materne Giacobbe-Fornaroli con il sindaco Calati

    46

    MAGENTA – 5 settembre: come ogni anno le prime scuole ad aprire i propri battenti sono le materne: tra le otto scuole dell’infanzia magentine ci sono il “Giacobbe”, in centro a Magenta e l’asilo della frazione, il “Fornaroli” di Pontevecchio. Che toccano l’invidiabile primato di 124 anni di attività.

    Alle 9 di questa mattina i cancelli si sono aperti. Ad accogliere famiglie e bambini c’erano le maestre e tutto il personale della scuola. Si sono visti molti abbracci, tanti sorrisi, qualche lacrima: subito rientrata appena la mamma ha girato l’angolo! Le scuole Giacobbe/Fornaroli sono scelte da molte famiglie magentine e dei dintorni:  210, per l’esattezza. Un quarto dei bambini che frequentano le scuole in città viene qui.

    E sceglie la scuola per vari motivi. Sicuramente per il metodo: il metodo dell’esperienza, che chiede alle maestre uno sguardo particolare su ciascun bambino. Sicuramente per gli spazi, il parco e la cucina. Sicuramente per le maestre e le persone che ci lavorano: sorrisi e passione, professionalità e abbracci. A visitare la scuola il primo giorno il Sindaco di Magenta Chiara Calati ed il vicesindaco Simone Gelli assessore all’istruzione.

    Che sono entrati nelle classi ed hanno salutato bambine e personale. Portando un ricordo personale: Chiara Calati ha infatti frequentato l’asilo Giacobbe; come tra l’altro documentato da una bellissima foto che la ritrae in costume di carnevale, pubblicata sul libro edito per il centenario della scuola. Nell’incontro il presidente della scuola,  Gabriele Bollasina, ha auspicato che possa rafforzarsi la collaborazione fra Comune e l’Ente scolastico, con una convenzione economica che sostenga ancor di più il prezioso lavoro svolto. È noto infatti che, pur con l’incremento avuto quest’anno, la convenzione magentina è ancora molto al di sotto degli standard delle città vicine, quali Robecco sul Naviglio, Busto e Legnano.

    È bene ricordare come le scuole paritarie diano alla città un servizio di alto livello facendo risparmiare la collettività. Infatti non tutti sanno che il risparmio generato dai 4 enti paritari di Magenta è stimato in 1.400.000 euro all’anno. Tante le idee in programma quest’anno. Che verranno presentate la settimana prossima ai genitori. Una sola anticipazione: venerdì già la prima gita. Al Planetario di Milano. Che dire? Quest’anno si inizia col naso all’insù!

    Articolo precedenteMoschea e luoghi di culto: sui ‘social’ torna il botta e risposta tra Gelli e Salvaggio. Bisogna voltare pagina
    Articolo successivoMagenta, la Lega: ”Ribadiamo il nostro NO alla realizzazione di una moschea a Magenta”