Sul pratone di Pontida la famiglia leghista dell’est Ticino

    137

    ‘Pontida 2018….da molti anni partecipo a questa storica manifestazione: quest’anno per la prima volta sono salita sul palco insieme ai colleghi del Consiglio regionale e al Presidente Fontana…un’emozione incredibile…grazie! Abbiamo una grande responsabilità nei confronti di tutti i lombardi! #Pontida #lega #Fontana #Salvini’.

    Il post di Silvia Scurati consigliere regionale bareggese, è solo uno dei tanti entusiasti ‘vergati’ via social,  in queste ore dai ‘Lumbard’ dell’est Ticino che ieri hanno calcato il ‘Sacro suolo’ di Pontida. Alla prima da Consigliere regionale anche Curzio Trezzani, già sindaco di Boffalora sopra Ticino. Quindi, la comitiva magentina sempre molto numerosa e affiatata. In una domenica che ha fatto crescere ancor di più i consensi attorno a Matteo Salvini, lasciatecelo dire, suonano davvero stonate le parole della esponente ‘Dem’ Debora Serracchiani che ha accostato la Lega e Matteo Salvini, al nazionalsocialismo, parlando di una ‘nuova Norimberga’. Crediamo che non sia questo il punto da cui fare ripartire il PD. Evocando i fantasmi del passato e demonizzando di continuo l’avversario politico, i ‘Dem’ che dovrebbero essere la prima forza del centrosinistra e punto di riferimento per un vasto schieramento politico alternativo a quello di governo, rischiano seriamente di scavarsi la fossa da soli. Ma tant’è. Repetita iuvant.

    F.V.

    Articolo precedentePrimo anno da sindaco per Chiara Calati: ‘Proiettata verso il futuro!’
    Articolo successivoIl Proust del mese: con Sabry Spirolazzi