“Sul filo dell’acqua in Lombardia” ha fatto tappa a Castano Primo, all’ex Dogana e a Panperduto

    93

    CASTANO PRIMO/SOMMA LOMBARDO VA –  Un pullman in arrivo da Pavia con una cinquantina circa tra docenti delle Scuole Primarie, Secondarie di Primo e Secondo Grado, tour operator, rappresentanti di associazioni culturali, bibliotecari, ect. ha fatto tappa domenica con l’associazione  Decumano Est, in collaborazione con il Consorzio ETVilloresi al Museo Emeroteca delle Acque Villoresi di Castano Primo (MI), (dove è custodito anche l’archivio storico del Consorzio) per poi successivamente salire al Centro Parco Ex Dogana Austroungarica di Lonate Pozzolo (VA) e alla Dighe del Panperduto di Somma Lombardo. L’Educational Tour, come è stato ribattezzato,  aveva finalità didattiche per precise. In primis  – come ha spiegato il presidente dell’ETV  Alessandro Folli presente a Castano Primo – quello di far conoscere la ‘multifunzionalità’ che è oggi l’asset strategico principale del Consorzio.  Dunque, non solo l’antica vocazione agricola del Consorzio ma anche altri aspetti, come quello turistico ricettivo. 

    L’acqua resta comunque il filo conduttore di questo progetto cofinanziato da Fondazione Cariplo e che ‘mette in rete’ le diverse realtà culturali coinvolte quali il Parco Lombardo della Valle del Ticino, i Comuni di Somma Lombardo, Castano Primo e Chignolo Po, le associazioni culturali Calypso e Quelli del ’63 di Somma Lombardo.

    Articolo precedenteA Milano e provincia 7mila parrucchieri: i dati della Camera di Commercio
    Articolo successivoBernate/Casate: furto fuori dalla materna, rubata la borsa lasciata in auto da una mamma