Stazione Centrale come Beirut, Decorambo attacca: servono militari H24

255

MILANO “Ennesima rissa con accoltellamento in Piazza Duca D’Aosta in pieno giorno nella quale è rimasto ferito un ragazzo africano. Ormai la Stazione Centrale di Milano e tutta l’area circostante sono in mano a balordi e sbandati, principalmente nordafricani, che hanno trasformato il piazzale in un’arena per i regolamenti di conti.

È necessario utilizzare tutte le forze disponibili per presidi mobili di forze dell’ordine o, visto che ad oggi non ci sono abbastanza uomini, di militari.

Blindati di carabinieri e Polizia, camionette dell’esercito e auto dei ‘ghisa’ h24, specialmente di notte, a presidio di tutta l’area che va da Porta Venezia a Centrale, passando per piazzale Bacone, Piazza Lavater, viale Melchiorre Gioia, via Galvani, via Pirelli, Piazza Repubblica.

Il presidio statico in Piazza Duca d’Aosta è inutile: la problematica legata alla sicurezza riguarda tutta la zona caratterizzata, ormai da tempo, da rapine, stupri, accoltellamenti, spaccio, furti, risse e aggressioni”, afferma l’onorevole Riccardo De Corato, già assessore alla sicurezza di Regione Lombardia ed ex vice Sindaco di Milano in merito all’aggressione con accoltellamento avvenuta nel primo pomeriggio di oggi in Piazza Duca D’Aosta a Milano.

Articolo precedenteHi-Tech & Innovazione Magazine – 27/9/2022
Articolo successivo‘Tradito’ dai tatuaggi, 30enne di Novara arrestato per furti e rapine