Sinistra per Corbetta: estate 2018, Italia razzista?

    82

    Riceviamo e pubblichiamo

    Non crediamo che il Paese, nella sua globalità, sia da considerarsi “un paese razzista”…

    Diciamo però che la LEGA, attuale partito di governo insieme al Movimento 5S, sia di fatto un partito della destra razzista e omofoba che – da quando è di nuovo al governo – cerca di aumentare il consenso seminando odio, aizzando le guerre tra poveri e la paura dello straniero, parlando alla “pancia” della gente contro i “terroni” prima (ricordate?), poi gli zingari , ora i negri, i migranti, i clandestini (perchè chi “fugge dalla fame” è un clandestino!!!). Viene da lontano la Lega!

    Parole d’ordine razziste creano i fatti criminali razzisti di questi mesi, li fomentano; coloro che li compiono si ispirano sempre di più a farsi giustizia da soli, a dare la caccia a coloro per cui la “pacchia è finita” e perché riprendano le loro “gite in mare” e tornino da dove sono venuti (si sentono forti perché c’è un governo che “li protegge”…) ….E infatti nell’ultimo mese e mezzo sono venuti alla cronaca una serie preoccupante di episodi a sfondo razziale, senza contare gli episodi  minori che avvengono quotidianamente, e che i media non riescono a  menzionare tutti : fatti di insulti, minacce, denigrazioni verso diverse minoranze (stranieri, omosessuali, ecc.).

    A CORBETTA nessuna delle forze politiche di governo locale e di certa opposizione (Lega e 5S, ma va?), ha avuto il coraggio di denunciare questo stato di fatto e di prendere pubblicamente le distanze dalla INTOLLERANZA FASCISTA E RAZZISTA che risulta essere finora il “VERO CAMBIAMENTO PROMESSO”, tutto teso a coprire i veri problemi del Paese: il lavoro che manca, le diseguaglianze che aumentano, le vere sicurezze di cui il popolo ha bisogno !

    E pertanto il crescendo di questi episodi non può che essere imputato alla propaganda del governo Lega-M5S, in particolare dei suoi Ministri Salvini e Fontana. Ma è soprattutto il Ministro degli Interni, nonché segretario della Lega, Salvini, che giorno dopo giorno, come un tarlo nel legno, inculca nella testa degli Italiani il nemico, i portatori di ogni male, le persone da combattere: i migranti, i neri, gli zingari, i diversi, gli omosessuali, le coppie di fatto….

    La cosa più preoccupante è il silenzio di molti, la mancata indignazione verso questi fatti violenti e razzisti, col rischio che diventino la “normalità”. E infatti succede che , proprio in questi giorni, durante l’ennesimo sgombero di un centro sociale a Milano, i cittadini della zona abbiano solidarizzato con i giovani, gridando alla polizia…: “lasciateli stare, sono italiani! Cacciate gli extra comunitari, i neri, loro dovete mandar via”!!!

    Ci preoccupa anche la mancanza di uno “scatto di dignità” del Presidente del Consiglio Conte e dell’altro vice-premier 5S Di Maio ; ma soprattutto non comprendiamo l’atteggiamento di quella parte del M5S più garantista che o tace ,più o meno perplessa, o minimizza questi fatti criminali (e il feroce linguaggio che l’accompagna), colpevolizzando il Centro-Sinistra e la Sinistra di amplificare la gravità degli eventi.

     

    Infine, un altro grosso problema è l’uso sconsiderato e al di sopra di ogni logica, che molta gente fa di facebook e di altri “social”, dove ognuno si sente legittimato a dire quel che vuole, a offendere senza alcun ritegno, a spargere odio e inventare ‘fake’ per distruggere pubblicamente l’avversario politico, o peggio ancora per mettere in cattiva luce e in modo spregiativo chi già è “ultimo”. E a questo gioco, purtroppo si prestano giornalisti, opinionisti e politici, molti resuscitati da questa ondata fascio-leghista.

    E non si dimentichi soprattutto gli atteggiamenti, le frasi razziste e ingiuriose di un Ministro della Repubblica, Salvini – persona che dovrebbe rappresentare tutti i cittadini – che oltretutto impunemente rispolvera vecchi “slogan” di un passato fascista, che tutti noi abbiamo il dovere di rinnegare e combattere sempre e ovunque.

    Ora e sempre Resistenza. Noi ci siamo.

           SINISTRA PER CORBETTA

     

    Gentili signori, come sempre TN pubblica integralmente la vostra nota. Che tuttavia, datata di qualche giorno (quindi senza colpa), appare un tantino eccessiva alla luce di quanto emerso nel caso di Daisy Osakue. Una certa morigeratezza delle parole farebbe bene a tutti, a chi è tacciato di razzismo (presunto o meno) e a chi il razzismo lo denuncia. Con il rischio, anche in questo secondo caso, di eccedere. Cordialità. F.P.

     

    Articolo precedenteCesare Angelini e Il Ticino: Elegia del ponte rotto-Parte Seconda
    Articolo successivoNeonate morte, la Regione: ‘Vaccinazione mamme unica protezione’