Sinistra per Corbetta: ‘Ballarini e gli scivoloni sul 25 aprile’

    126

    Riceviamo e pubblichiamo

     

    CORBETTA – Su “La Voce di Corbetta” leggiamo l’editoriale del Sindaco in cui si parla del 25 Aprile.Per un attimo, un solo istante, abbiamo pensato che, dopo due anni di svilimento da parte di questa amministrazione riguardo una data così importante, ci fosse stata un inversione di tendenza dopo tante polemiche.E invece no!

    Il Sindaco utilizza l’editoriale a fini personali per togliersi qualche sassolino dalla scarpa, attraverso la pubblicazione di un post, apparso sui social, scritto da un libero cittadino che esprime il suo disappunto verso una scelta, non condivisa, di dividere i cittadini anziché unirli, quando si parla di liberazione e democrazia. Il punto della discordia è la scelta dell’amministrazione di investire i soldi per fare “risottate e pastasciuttate” al posto del corteo (soldi meglio spesi, si asserisce), come se una cosa dovesse escludere per forza l’altra.

    Quel cittadino, ben identificabile avendo appositamente lasciato nome, data, ora, luogo e pagina sulla quale sono state pubblicate le sue frasi, guarda a caso fa anche parte di un gruppo politico che non rappresenta l’opposizione in consiglio comunale, ma che in questi anni ha fatto opposizione in città,Sinistra per Corbetta.

    Quindi, chiamando “opposizione” un singolo cittadino, contrario alle scelte amministrative, possiamo affermare che il Sindaco riconosca come oppositori tutti coloro che non sono andati a votare o che non hanno votato per questa amministrazione, ovvero la maggior parte dei residenti? Fosse così, potremmo almeno illuderci che questo editoriale sia servito a dare il giusto spazio ai cittadini (diritto di replica?…) e ci dà l’occasione di  rammentare al Sindaco che dei cittadini bisogna ricordarsene sempre e non solo quando fa comodo e che è a dir poco fuori luogo strumentalizzare le parole d’altri su un giornale pubblico, della città, pagato dalla comunità!

    Nonostante si fosse “seppellita l’ascia di guerra” con l’improvvisa presenza del Sindaco a metà del corteo (senza gonfalone cittadino), presenza che lo ha salvato “in corner” da una gran brutta figuraccia…., ECCO, nonostante tutto quello che è successo, finito su tutte le pagine dei giornali e televisioni regionali e nazionali, ebbene ….lo stesso Sindaco ci tiene nuovamente ad inasprire gli animi, per l’ennesima volta!!

    False le parole usate nell’ editoriale : si parla di”boicottaggio”… quando l’unica azione di ostruzionismo è stata quella della AC di chiedere un corteo sui marciapiedi e senza vigili che garantissero la sicurezza delle persone, ma anche questo non è servito!E si parla di scarsa partecipazione…, quando i fatti hanno già abbondantemente smentito il pensiero del Sindaco, perché, sia l’anno scorso che quest’anno, il corteo ha visto la presenza di centinaia di cittadini per la strade della città. Tant’è che lo stesso Sindaco, durante il corteo, ha esordito ringraziando l’Anpi e la bellissima partecipazione dei cittadini! Quindi il senso di usare l’editoriale per disinformare… qual è?
    Pertanto la morale ipocrita, che tira in ballo i veri valori del 25 Aprile, la rispediamo al mittente, senza ‘se’ e senza ‘ma’.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Ciò nonostante, ci chiediamo: la breve “apparizione” del Sindaco al corteo è perché si è ricreduto sulla liceità del corteo e sul dovuto rispetto verso centinaia di concittadini scesi nelle piazze, nelle vie della città, con un partecipato corteo che celebrava i valori di libertà e democrazia conquistati duramente…. ,O FORSE,sulla sua decisione, ha influito la “sollecitazione” della nipote del partigiano Pierino Oldani e le telecamere regionali e nazionali venute ad intervistare”il Sindaco che divide” ? è indubbio che il  Dottor Cavaliere Marco Ballarini, Sindaco di Corbetta, passerà alla storia dell’Italia intera – senz’altro della città di Corbetta! –  come”il Sindaco del corteo sui marciapiedi”…….laddove di marciapiedi la città ne è spesso priva! Complimenti.

    L’unica cosa utile sulla quale avrebbe dovuto spendere due parole nell’ editoriale, è quella di spiegare ai cittadini la motivazione per la quale l’anno prossimo,invece di fare polemiche sterili e giochini infantili, questa Amministrazione Comunale si impegnerà a confrontarsi con ANPI per programmare tutte le iniziative,corteo compreso; tutte le iniziative che si intenderanno promuovere per le celebrazioni del 25 Aprile,trovando il modo per far affluire ‘tutti’ i cittadini, soprattutto i giovani, e quindi le scuole e le associazioni ecc. TUTTI DISPONIBILI a condividere un momento di commemorazione imprescindibile, come succedeva una volta a Corbetta…. O dobbiamo aspettarci altro, nuovamente?!!!

    SINISTRA PER CORBETTA

    Articolo precedenteNoi che ….. vogliamo ricordare la storia ai tedeschi
    Articolo successivo‘Magenta come Kabul, vergogna’. Vie al buio, ‘rampogna’ di Pierrettori su Enel