Siccità/2. Il Lago Maggiore si abbassa, sospesi alcuni attracchi

166

Su sponda lombarda per rischio incaglio imbarcazioni presi questi provvedimenti drastici

 

LOMBARDIA – Sospensione temporanea degli attracchi in alcuni scali del lago Maggiore, a causa dell’aggravarsi del periodo di siccita’. Lo ha deciso Navigazione Lago Maggiore, perche’ il basso livello dell’acqua potrebbe causare l’incaglio delle imbarcazioni.

Lo stop riguarda in particolari gli scali di Ranco, Ispra e Porto Valtravaglia, in provincia di Varese. Per i collegamenti traghetto tra le sponde di Intra (Vco) e Laveno (Varese) e’ stata inoltre ridotta la portata a pieno carico degli automezzi ammessi a bordo fino a un massimo di 200 quintali.

 

“Monitoriamo costantemente il livello del lago, la sospensione di alcuni scali e’ una scelta cautelativa in quanto le nostre imbarcazioni potrebbero ritrovarsi in situazione di pericolo per secche o scogli affioranti – spiega in una nota il direttore di esercizio Riccardo Russo -. La tutela della sicurezza a bordo dei nostri passeggeri e’ una condizione necessaria a garanzia di un servizio sicuro ed efficiente, ci auguriamo al piu’ presto di poter ristabilire il servizio presso gli scali attualmente sospesi”.

Articolo precedentePresidente Fontana: “Lavoriamo a stretto contatto con Protezione civile, cerchiamo di mantenere equilibrio tra necessità civili e agricoltura”
Articolo successivoMagenta: venite a conoscere L’Erboristeria Le Fragranze di via Roma (VIDEO). A cura di Niccolò Garavaglia