Si getta nel Lambro con mezzo chilo di eroina: i Cc arrestano marocchino 31enne

    103

     

    SAN DONATO  I carabinieri della sezione Radiomobile della compagnia di San Donato Milanese hanno arrestato in flagranza per resistenza a pubblico ufficiale. e detenzione illecita di stupefacenti un marocchino di 31 anni, domiciliato a Milano, pluripregiudicato per reati della stessa specie.
          L’arresto è avvenuto dopo che i carabinieri, mentre transitavano sulla Sp415 all’altezza di via fiume Lambro, hanno intimato l’alt a una autovettura Fiat Panda sospetta. Il passeggero, per sottrarsi al controllo degli operanti, è sceso dal veicolo fuggendo a piedi nella boscaglia per poi immergersi nel fiume Lambro, senza riuscire a raggiungere l’altra sponda per via dell’acqua alta. Pertanto è tornato in direzione del militare capo equipaggio che lo ha aiutato a uscire dal corso d’acqua, fermandolo in sicurezza.
          Gli operanti hanno notato che durante l’immersione l’uomo aveva gettato in acqua un involucro contenente un panetto di eroina di 525 grammi, che è stato poi recuperato e sottoposto a sequestro. Nella stessa circostanza, invece, il conducente del veicolo ha ripreso la marcia imboccando la Tangenziale Est in direzione Bologna venendo tamponato da un tir all’altezza del cavalcavia in via Bagnolo Sorigherio, pertanto ha abbandonato l’autovettura facendo perdere le proprie tracce nei campi limitrofi. Arrestato, il 28enne è stato condotto presso la casa circondariale di Milano San Vittore, a disposizione dell’autorità giudiziaria.
    Articolo precedenteMilano, rissa davanti al Politecnico: 17 stuenti sanzionati
    Articolo successivoAbbiategrasso, un perentorio Nai a Cambiamo: ‘Il mercato E’ e rimane in centro’