Sgomberi a Milano: a chi affidarsi?

    72

    MILANO – Quante volte capita di vedere per le strade dei mezzi dedicati ai traslochi, furgoni per sgomberi di appartamenti o cantine? La risposta è molte.
    Questo perchè quello che vediamo è lo specchio della realtà che quotidianamente, persone, aziende, negozi, vivono sulla propria pelle.
    Capita a tutti prima o poi di trovarsi in una situazione di trasloco o più semplicemente di sgombero. Case, box, seconde case, appartamenti ereditate, cantine, magazzini e altro ancora.
    Quotidianamente, le persone devono prendere la decisione di sgomberare uno spazio e la tipica domanda che sorge è la seguente: “A chi mi affido?” Esatto, affidarsi. Perchè dobbiamo lasciare ricordi, o materiale nuovo ad estranei. E qui le disinformazioni sono molte. Si chiede ai conoscenti, all’amico dell’amico, si consulta a caso internet facendo ricerche su ricerche, con il fine di trovare un servizio, serio, efficiente ed a volte è un terno al lotto.
    Tra le caratteristiche principali che deve avere un buon servizio, una è quella dell’esperienza. Questo è spesso di rilevante importanza per affidare lo sgombero dei vostri spazi. JR Sgomberi Milano, operante su Milano e Provincia, ha all’attivo oltre 15.000 clienti soddisfatti in oltre 15 anni di servizio tra sgomberi, traslochi e piccoli trasporti. Oltre alla serietà del personale, dei mezzi a disposizione, uno dei punti fondamentali di JR Sgomberi Milano, è che in caso di materiale recuperabile, il servizio di sgombero è gratuito. Un altro aspetto da considerare è la disponibilità per effettuare i lavori, che avvengono nell’arco delle 24 ore, con la massima professionalità e rapidità. Il servizio di sgomberi Milano oltre che per i privati, è anche per le aziende o negozi che devono smaltire vecchio materiale, documenti o arredamenti. Sgomberi di solai, bar, locali concludono l’attività di JR Sgomberi Milano. L’affidabilità e l’esperienza nel settore, permettono ai cliente di rimanere tranquilli sul materiale che viene prelevato, portato e trasportato con cura e con i corretti protocolli, per evitare danni e disservizi, ed infine, aspetto molto importante, viene correttamente smaltito nei corretti rifiuti.

    I.P.

    Articolo precedenteRadici in crescita, sequenza giornaliera degli accadimenti, di Ivan D’Agostini- 16 marzo
    Articolo successivoAbbiategrasso, ‘clamoroso’ al Cibali: le civiche (e Ceretti) chiedono le primarie al Pd (e Granziero)