‘+++ Servizio Igiene Ambientale a Sedriano, ASM precisa: l’Azienda Partecipata agisce nel rispetto delle normative +++

169

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO DA ASM MAGENTA – “In risposta ai recenti comunicati di alcune organizzazioni sindacali del territorio, relative allo stato di agitazione indetto per il mancato avvio da parte di ASM della procedura di assorbimento di otto lavoratori dipendenti di una società privata che gestisce il servizio di Igiene Ambientale del Comune di Sedriano, l’azienda partecipata intende chiarire la propria posizione.

ASM sta operando, come sempre ha fatto, nel rispetto del quadro normativo di propria appartenenza in quanto società in house, quindi a totale capitale pubblico. L’affidamento del servizio di Igiene Ambientale
da parte del comune socio Sedriano non è avvenuto con appalto bensì con affidamento diretto, il cosiddetto in house providing.

In caso di affidamento in house di un servizio pubblico locale, in precedenza svolto da una società privata, la società affidataria (in questo caso ASM) non può assumere direttamente personale per il quale è richiesto tra l’altro il solo requisito della scuola dell’obbligo, ma deve procedervi con criteri e modalità che garantiscano imparzialità e trasparenza nell’individuazione dei lavoratori da assumere, sulla base dell’art. 19, comma 2, del Decreto Legislativo n. 175 del 2016.
ASM ha partecipato a incontri con alcune organizzazioni sindacali, durante i quali ha tentato di chiarire il quadro normativo, anche sulla scorta di pareri espressi da professionisti. In tali occasioni, l’Azienda Partecipata ha fatto presente che, qualora la clausola sociale trovi la sua fonte istitutiva solo nella contrattazione collettiva (come accade nel caso di affidamento diretto di un servizio non soggetto alle disposizioni del Codice Appalti), sussiste un obbligo di espletamento delle procedure selettive, a pena della nullità dei contratti di lavoro, ai sensi del  Testo Unico delle Società Partecipate.

Le organizzazioni sindacali non hanno accettato di aprire un confronto costruttivo sulla posizione di ASM, preferendo quindi lo scontro al dialogo.

Va infine ricordato che ASM, nello scorso mese di aprile, ha indetto due selezioni pubbliche per la formazione di graduatorie dalle quali attingere per assunzioni (sia a tempo determinato, sia a tempo indeterminato) di personale operante nel settore dell’Igiene Ambientale. Sono pervenute in azienda decine di candidature e nei prossimi giorni saranno avviate le prove selettive. ASM ritiene che questi scontri con le organizzazioni sindacali non fanno bene allo spirito collaborativo che l’Azienda Partecipata ha sempre tenuto nei riguardi delle stesse e soprattutto non fanno bene a tutti i candidati in cerca di lavoro che nei prossimi giorni vedranno aprirsi delle concrete opportunità di occupazione.

Articolo precedenteBellezza & Salute: proteggere la pelle dal sole, come farlo nel modo corretto
Articolo successivoAndrea Monti (Lega): «Da Giunta Fontana 30 milioni per le vetture green. Finanziato chi escluso dal primo bando e chi acquista diesel non inquinante»