Sergio Garavaglia escluso dalla lista del Presidente Fontana. Lo sfogo appello

    167

    OSSONA – Gli ultimi rumors lo davano tra i papabili nella lista civica del candidato presidente del centrodestra Attilio Fontana. Poi a quanto pare sul professor Sergio Garavaglia, docente di religione al Liceo Bramante di Magenta e a lungo sindaco di Ossona, si sarebbe abbattuta la mannaia dei ‘leghisti integralisti’. Che, probabilmente, non gli perdonano la vicinanza in passato alla Nuova Diccì di Rotondi, l’amicizia con Mimmo Zambetti e poi la militanza nel PDL. Garavaglia, nelle ultime settimane, si sarebbe avvicinato anche al nuovo soggetto moderato di centro ‘Noi con l’Italia’ capitanato a livello lombardo dall’Assessore regionale Luca Del Gobbo e da Alessandro Colucci capogruppo in Regione Lombardia. Sta di fatto che proprio in queste ore Sergio Garavaglia che oggi è capogruppo di minoranza con SiAMO Ossona, sta facendo girare una sorta di appello ma che sa molto anche di sfogo  – questo è l’intendimento – per far cambiare idea a Paolo Grimoldi segretario nazionale della Lega Nord.

    Il prof. ossonese fa nomi e cognomi: dietro alla sua esclusione ci sarebbero i leghisti ossonesi Ilaria Preti e l’ex assessore Monica Porrati e il sindaco di Legnano del Carroccio Gianbattista Fratus.  

    Va detto però che la Preti – a sua volta candidata con la lista Fontana –  ha contattato la nostra redazione smentendo recisamente questa affermazione: “Con  SergioGaravaglia anche sulle questioni locali di natura prettamente amministrativa, c’è una buona armonia. Comprendo la sua rabbia, però, io non c’entro proprio nulla in questa vicenda”.

    Ma vediamo cosa scrive Garavaglia:  “Grazie all’ignoranza e all’invidia di due leghisti di paese, e solo per calcoli personali, mi hanno tolto, spero solo momentaneamente, dalla lista civica Fontana. Il segretario provinciale della Lega, nonché sindaco di Legnano Fratus per motivi a me oscuri ha messo un veto su di me. Sto sperando fino all’ultimo che mi rimettano, visto che sono l’unico civico presente in lista, con il più bel curricolo e indicato personalmente da Fontana”.

    Questo il duro affondo di Garavaglia che spera in un reinserimento in extremis. Il prof. del Bramante chiude così: “Per favore una manda mail al segretario nazionale della Lega pgrimoldi@leganord.org con scritto: rimettete in lista Sergio Garavaglia per favore.  Fallo tu e chiedi ai tuoi amici di farlo. Magari cambiano idea”. 

    Servirà? Di certo, le polemiche fioccano e anche le tensioni a livello locale. Uno strappo che fa molto rumore e potrebbe avere ripercussioni importanti nel 2019, quando ad Ossona si vota per il Comune e Garavaglia non ha rinunciato all’idea di ritornare a Villa Litta Modignani da primo cittadino. 

    Articolo precedenteArluno, due arresti per droga grazie ai Carabinieri
    Articolo successivoForza Italia non candida Mario Mantovani. ‘Ma il sogno non muore’