Cultura/Tempo Libero

Sei…nel Parco del Ticino: a Rho la prima tappa della mostra

RHO – Parte da Rho, città di Expo 2015, la prima tappa della mostra itinerante folli beltrami 2dal titolo: “Sei…nel Parco del Ticino”, realizzata in occasione del 40° anniversario del Parco del Ticino da sei fotografinaturalisti che, attraverso le loro testimonianze fotografiche e video, raccontanole bellezze delParco Lombardo della Valle del Ticino riconosciuto Riserva della Biosfera dall’Unesco.

La mostra sarà allestita nei locali di Villa Burba da venerdì 7 febbraio a Venerdì 28 febbraio 2014nei seguenti orari:venerdì dalle 20.30 alle 23.00, sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00. Al termine di ogni proiezione nelle serate del venerdì verrà offerta una degustazione dei prodotti a marchio Parco Ticino produzione controllata. In occasione dell’inaugurazione sabato 8 febbraio è prevista una risottata coi prodotti a marchio Parco Ticino.

“Siamo felici di poter promuovere il Parco del Ticino in una città importante come Rho, che sarà sede di Expo 2015 – spiega il presidente dell’Ente, Gian Pietro Beltrami (nella foto a sinistra con Sandro Folli) -. E poiché il Parco vuole essere protagonista di questo importante evento mondiale, partiamo da Rho per far conoscere anche ai rhodensi le bellezze della nostra area naturalistica ma anche la qualità dei nostri prodotti. Questa è la prima di una lunga serie di tappe che porterà la mostra nelle tre province del Parco, Milano, Pavia e Varese, da qui a fine anno. Un ringraziamento speciale agli autori di questa meravigliosa testimonianza fotografica”

L’ Assessore alla Cultura del Comune di Rho, Giuseppe Scarfone, a proposito della mostra, dichiara: “Sono convinto che la collocazione di questa mostra in Villa Burba sia più che indicata, la Villa infatti è situata in un corridoio ecologico che fa da raccordo tra il parco delle Groane, il PLIS del Basso Olona, il Parco del Roccolo ed infine il parco del Ticino, un’area verde molto estesa e molto importante che sarà completata dalla realizzazione del parco antistante a Villa Burba. E’ inoltre molto interessante scoprire il territorio del Parco del Ticino e le sue peculiarità che non sono solo naturalistiche, ma anche agricole, gastronomiche e culturali.”

Programma :

Venerdì 7 febbraio

Ore 19.00:aperturadella mostra fotografica “Sei…nel Parco del Ticino”

Ore 21.00:proiezioni dei video “Photonaturando” immagini di natura di Franco sala e Rosalino Torretta,; “Animali selvatici e Acqua” di Claudio Torresani.

Degustazione dei prodotti a marchio Parco Ticino

Sabato 8 febbraio

Ore 17:30: degustazione dei prodotti a marchio Parco Ticino e risottata

Venerdì 21 febbraio

Ore 21.00: Proiezioni dei video “Magia dellavita” e “Il brutto anatroccolo” di Damiano Villa ; . “Alps, le nostre montagne” di Maurizio Pol.

Al termine degustazione dei prodotti a marchio Parco Ticino

Venerdì 28 febbraio

Ore 21.00: filmati emozionali diNorino Canovi, Carlo Stagnoli eDamiano Villa. Alla serata saranno presenti il presidente del Parco del Ticino, Gina Pietro Beltrami, e il direttore Claudio Peja.

Al termine degustazione di prodotti a marchio Parco Ticino

IL PARCO DEL TICINO

Il Parco Lombardo della valle del Ticino è uno dei più grandi Parchi fluviali d’Europa, il primo Parco regionale italiano, il primoRegionale ad aver ottenuto nel 2002 il riconoscimento a “Riserva della Biosfera” assegnato dall’Unesco.

Quella del Parco del Ticino è un’area di grande rilievo naturalistico ma anche di importante valore storico, sociale e culturale.

Una vera e propria “officina” dove si sperimentano forme di protezione e gestione di questo patrimonio ambientale, collocatotra Milano, Genova e Torino,uno dei triangoli industriali e commerciali più importanti al mondo concirca 500 mila abitantie visitato ogni anno da migliaia di persone per turismo o affari.

Il Parco Lombardo della Valle del Ticino si estende per oltre 90.000 ettari costituenti un patrimonio di inestimabile valore:

·il fiume e le aree umide contermini

·20.000 ettari di foreste planiziali,

·oltre 50.000 ettari di territorio rurale con la fitta presenza di rogge, canalizzazioni irrigue, fontanili, zone umide gestito da oltre 1000 aziende agricole.

A piedi, in bicicletta, a cavallo o in canoa, sono tanti i modi per scoprire il Parco, immersi nella natura alla scoperta della fauna e della flora,con i suoi boschi di castagno, quercia e pino silvestre sulle colline moreniche econ le foreste di quercia, carpino, ontano e pioppo nella sua valle.

Ma anche per vedere da vicino i caprioli e le altre mille specie di animali selvatici liberi di correre in quest’oasi naturalistica.Un patrimonio di natura, di arte e di storia, che ancora lascia trasparire la bellezza di un paesaggio che sembra scorrere su ritmi e tempi passati, che nulla hanno a che fare con la frenesia della nostre metropoli. Nel lento volo di un airone bianco, nell’imprevedibile virata di un falco pellegrino, nel rincorrersi frenetico di un gruppo di caprioli, si può cogliere l’essenza di questo Parco che, come un Parco di frontiera, è chiamato a difendere e ad offrire al visitatore il tesoro che custodisce. Nel suo correre nervoso verso valle, il Ticino è ancora libero di

divagare, di creare nuovi ambienti e di alimentare gli ecosistemi dove proliferano specie animali e vegetali estinte nel resto della Pianura Padana.

Settecentochilometri di sentieri, le Vie Verdi, collegano da nord a sud il Parco e attraversano il territorio permettendo al visitatore di viaggiare dalle colline moreniche della zona dei laghi, alle foreste planiziali del Pavese.

Proposte di viaggio che consentiranno di conoscere anchelastoria, di città importanti come Pavia, Vigevano con la sua bellissima piazza Ducale,Magenta la città della Battaglia, Abbiategrasso o Morimondo con l’abbazia Cistercense.

Un patrimonio di natura, di arte e di storia che si fondono sapientemente regalando un paesaggio unico nel suo genere, ma anchedi…Delizie del Ticino graziea carne, formaggi, frutta e salumi… tutti prodotti rigorosamente a Marchio Parco Ticino produzione controllata, conferito alle produzioni agricole, o ai prodotti trasformati, che applicano modalità colturali nel rispetto di un ambiente unico, tutelato.

Vedi Altro

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi