Sedriano: paga le bollette, ma gli staccano la corrente

108

SEDRIANO La bolletta l’ha pagata, eppure la corrente gliel’hanno staccata lo stesso. E non c’è verso di dimostrarlo per il semplice motivo che non si riesce a parlare con nessuno. È l’incredibile vicenda capitata ad un residente di Sedriano, Maurizio Mucciarelli, cliente di Enel Energia che ha aperto un contratto di fornitura di elettricità con addebito tramite Rid bancario, ormai utilizzato di frequente per saldare le utenze domestiche.

“Questo per evitare dimenticanze o altro – sostiene – eppure, nonostante tutto i problemi ci sono stati”. Tanto che, per un possibile errore che può sempre capitare, Enel Energia gli ha contestato il mancato pagamento della bolletta per il mese di maggio per un importo di 114 euro. Il sedrianese , appreso del sollecito che lo vedrebbe debitore di un importo non certo elevato, si attiva per sistemare tutto. Ma le cose non sono per niente facili. “Mando numerose mail il 20 luglio e il 3 agosto che però, scopro successivamente, non vengono lette – racconta – mi viene consigliato di inviare un fax con le prove del pagamento, ma non ottengo risposta. Insomma, passa il tempo e sembra di scontrarsi con qualcuno che non esiste”. Eppure dall’altra parte qualcuno che si attiva c’è, eccome. Prima calano la fornitura di energia elettrica.

E, da lunedì, la fornitura viene completamente bloccata. Nonostante Mucciarelli abbia inviato un fax lo scorso 17 agosto, al quale ne sono seguiti altri, per dimostrare la regolarità del pagamento avvenuto. “Tutto questo mi sta causando dei danni – sostiene – il cibo nel freezer da buttare. Per non parlare del fatto che siamo completamente isolati dal mondo. Tutto questo per qualcosa che non ho fatto, mi sembra davvero incredibile. A settembre mi rivolgerò al Codacons per un risarcimento, ma il problemi è quello che farò adesso. Riuscire a sbloccare la situazione non sembra impresa semplice. Anche ieri non c’è stata alcuna risposta dai responsabili, nonostante le rassicurazioni sulla carta che, per eventi del genere, tutto si dovrebbe sbloccare nel giro di 24 ore.“ Spero di riuscire a parlare con qualcuno che comprenda la situazione e proceda a ripristinare la fornitura di energia elettrica. – conclude – Sto subendo un danno grave e a nessuno sembra importi qualcosa”. (Foto Roby Garavaglia)

Articolo precedenteCammino di Santiago, i due giovani di Busto Arsizio scomparsi stanno bene
Articolo successivo“I colori dell’anima”: la mostra del Rotaract Magenta