Sedriano, Marazzini: ‘Sui monopattini prendere esempio da Bareggio e Sesto’

173
Marazzini (Lega): “anche Sedriano segua l’esempio di Sesto e Bareggio”
SEDRIANO  In merito ai recenti fatti di cronaca relativi ai drammatici incidenti che spesso coinvolgono anche i più giovani che utilizzano i monopattini e alle conseguenti ordinanze emesse da alcuni comuni, è intervenuto il candidato sindaco del centrodestra e delle civiche sedrianesi, “RilanciAMO Sedriano”, Massimiliana Marazzini:
“Intendo esprimere a nome di tutta la coalizione che rappresento – commenta Marazzini – l’apprezzamento ed il plauso per i provvedimenti presi rispettivamente dal Sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, e di Bareggio, Linda Colombo, in materia di obbligatorietà del casco per la circolazione stradale e limiti di velocità per i monopattini elettrici”.
“Intendiamo pertanto rivolgerci anche al Sindaco di Sedriano, facendoci promotori della richiesta di voler a sua volta adottare tali misuri con ordinanza, considerando la contiguità del territorio di Sedriano e Bareggio, in modo tale da estendere l’area in cui queste misure opererebbero a tutela della sicurezza degli utenti di tali mezzi di trasporto e non solo”.
“Pur in campagna elettorale l’adozione di tali misure non rappresentano una forma di propaganda ma un segno di civiltà ed attenzione affinchè si possano prevenire infortuni gravi e perdite di vite umane. In attesa che il Parlamento vari direttive precise e valevoli a livello nazionale, le singole comunità territoriali hanno tutto il diritto nell’ambito della propria competenza di fare qualcosa di concreto per arginare questi eventi dalle conseguenze spesso nefaste e che colpiscono soprattutto giovani utenti che scelgono mezzi di trasporto alternativi all’auto o al mezzo pubblico. Pertanto – conclude Marazzini – auspichiamo che anche questa amministrazione possa seguire il buon esempio degli altri Comuni adottando questo provvedimento”.
Massimiliana Marazzini – Candidato Sindaco Rilanciamo Sedriano
Articolo precedenteGrazia parziale per Ambrogio Crespi
Articolo successivoPensieri Talebani – Isis e Afghanistan, il rischio di una nuova Siria