‘Sea e Milano vogliono distruggere la brughiera del Parco a Malpensa’: oggi presidio di Finiguerra e degli ambientalisti

112

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

MILANO Sea (ovvero il Comune di Milano) vuole far atterrate l’ennesima colata di cemento di 44 ettari per la Cargo City a sud di Malpensa, distruggendo la Brughiera del Parco del Ticino, area MAB tutelata dall’Unesco.

Per contrastare questo progetto, che verrà discusso in Commissione Consiliare a Palazzo Marino mercoledì 29 giugno, La Città dei Territori aderisce alla mobilitazione indetta dai comitati e dalle associazioni ambientaliste a partire dalle 14 e sarà presente al presidio con Domenico Finiguerra, Consigliere Metropolitano di Milano e Sindaco di Cassinetta di Lugagnano.
“Alla prova dei fatti si dimostra, come al solito, che le logiche economiche prevalgono sulla cura dell’ambiente e sulla tutela del territorio”, afferma Domenico Finiguerra. “Si vuole sancire la morte della brughiera del Parco del Ticino, uno scrigno di biodiversità, un patrimonio non rinnovabile e prezioso. Dobbiamo fermare questo Masterplan, dobbiamo fermare l’azione devastatrice di chi sotto la mano di vernice verde mostra la propria vera natura ed i propri obiettivi e non si fa alcuno scrupolo nel sacrificare la terra ed i boschi per far posto a scatoloni di cemento”.
Articolo precedente++Abbiategrasso: ma per chi ha fatto votare Finiguerra? E se al ballottaggio avesse deciso di…
Articolo successivoRegione Lombardia chiede di riaprire i Tribunali chiusi (compreso quello di Vigevano)