Territorio

Scuole Paritarie, Del Gobbo contro Pisapia

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO MILANO –

Luca Del Gobbo
Luca Del Gobbo
“Dalla Giunta Pisapia si susseguono attacchi e discriminazioni inaccettabili. Infatti se da una parte viene svilito e sminuito il valore della famiglia, eliminando la dicitura padre e madre dai moduli d’iscrizione agli asili, dall’altra vengono discriminate le scuole paritarie costrette a pagare un importo TARES aumentato di 7 volte rispetto a quello dell’anno scorso”. Questa l’accusa lanciata dal consigliere regionale e coordinatore provinciale del Nuovo Centrodestra, Luca Del Gobbo, contro le scelte effettuate nelle ultime settimane dal Comune di Milano.

“La gestione del Comune di Milano – spiega Del Gobbo – sta dimostrando, attraverso queste decisioni, di muoversi in una logica ideologica calpestando diritti e valori che hanno reso grande la nostra città. L’attacco alle scuole paritarie rappresenta, infatti, una vera e propria discriminazione tra gli alunni delle scuole statali e gli alunni delle scuole paritarie, ambedue parti integranti dell’unico sistema nazionale di istruzione sancito dalla legge 62/2000”.

“L’aumento della TARES – prosegue il consigliere regionale del Nuovo Centrodestra – colpisce, infatti, solamente le scuole paritarie e non le statali, una scelta che certamente aggrava la già difficile condizione economica delle scuole ma che si ripercuote soprattutto sulle famiglie e sugli alunni. Per questo presenteremo al più presto una mozione in Consiglio Regionale per stigmatizzare questa assurda discriminazione e per chiedere di equiparare l’importo versato dalle paritarie a quello versato dallo Stato per le scuole statali e di rimborsare quando già versato ingiustamente”.

Vedi Altro

Potrebbe Interessarti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi