Scandalo tangenti ATM, domani audizione al Pirellone

    85

    MILANO –  Circa l’audizione di domani in Commissione Trasporti, riguardante l’inchiesta sulle presunte tangenti per gli appalti della metropolitana milanese, richiesta dalla Lega al Pirellone, sono intervenuti i consiglieri regionali del Carroccio Massimiliano Bastoni, Andrea Monti e Silvia Scurati.

    “Abbiamo appreso – spiegano Bastoni, Monti e Scurati – che i consiglieri regionali del PD non parteciperanno all’audizione da noi richiesta sullo scandalo legato alle presunte tangenti per gli appalti della metropolitana milanese, su cui sta indagando la magistratura. Forse si sono risentiti per quello che percepiscono come un atto di lesa maestà verso Sala, o magari sono poco interessati a far luce sulla vicenda. A quanto pare i colleghi del PD, che hanno anche fatto pressioni perché si evitasse l’audizione, considerano una richiesta legittima della Lega alla stregua di una provocazione e parrebbe che anche il Comune di Milano potrebbe disertare l’appuntamento di domani al Pirellone.

    Francamente ci sembra un atteggiamento molto singolare, specialmente da parte di coloro che, puntualmente, non perdono occasione per sollevare polveroni inutili, persino su dei camici regalati alla Regione.

     

    Confidando che almeno i rappresentanti della Giunta Sala decidano di farsi vedere domani; in caso affermativo sarà nostra premura chiedere se loro o ATM intendano presentarsi come parte civile al processo. Allo stesso modo vorremmo sapere anche se quanto accaduto sia in qualche modo legato al pericoloso fenomeno delle frenate improvvise di certi treni, problema che – concludono Bastoni, Monti e Scurati – desta particolare preoccupazione, specie per l’incolumità dell’utenza”.

    Articolo precedentePavia: test sierologici per il Covid-19, blitz della Guardia di Finanza indagati i vertici del San Matteo e Diasorin
    Articolo successivoRotary Club Magenta: tra le mura della storica canonica di Bernate Ticino