CronacaLe Nostre RubricheNewsPubbliredazionale

Santo Stefano Ticino/Corbetta – School of English di Jennifer Lowe in DAD: insegnanti e studenti al centro della rivoluzione digitale

A circa un anno da quando parole come webinar, smart-working, videocall, sono entrate nel nostro vocabolario quotidiano, noi di Ticino Notizie siamo andati a sentire come vanno le cose allo Studio Linguistico di Jennifer Lowe, dove l’inglese è sempre stato di casa.

CORBETTA-  Se nel 2020/2021 “dad” è diventato in Italia un trending topic, non è di certo per un’esplosione di popolarità della traduzione inglese di “papà”. Persino alla School of English di Santo Stefano Ticino/Corbetta, DAD, rimanda immediatamente alla Didattica A Distanza. 

Ci racconta a proposito Jennifer Lowe, docente e titolare: “esclusa la piccola parentesi di Ottobre e Novembre quando abbiamo potuto tenere i corsi in presenza, ormai è un anno che facciamo lezioni a distanza”.

In osservanza delle disposizioni della Regione Lombardia, infatti, tutti i corsi extrascolastici devono necessariamente tenersi online, a meno che la natura tecnica della materia insegnata non consenta la didattica a distanza.

Didattica a distanza che in questi giorni è tanto discussa, eppure, ci sono anche docenti ed inseganti che ne sottolineano diverse note positive. La Lowe è una di questi: “l’esperienza dei corsi online ci ha permesso di continuare a preparare i nostri studenti offrendo supporto al programma scolastico e in preparazione alle certificazioni linguistiche. Ci ha anche consentito di proseguire i corsi aziendali nelle aziende locali e nelle multinazionali che lavorano da remoto, offrendo continuità anche in questo ambito”.

Senza gli strumenti digitali non solo non sarebbe stato possibile continuare ad accompagnare gli studenti per i quali lo Studio Linguistico è da tempo un punto di riferimento, ma la modalità online ha favorito anche la partecipazione di persone che, per motivi di lavoro o distanza, non avrebbero potuto frequentare i corsi in aula.

Un pubblico più dislocato e con orari più flessibili. Ma quanti sono, in tutto, gli studenti che seguono i corsi della School of English? Ci risponde la docente: “tra la lezioni che teniamo nella nostra sede (ora online), nelle aziende, nelle scuole pubbliche e paritarie, a Ottobre/Novembre abbiamo avviato corsi per circa 700/800 studenti”.

Lo Studio Linguistico è quindi tra quelle realtà che hanno saputo accogliere la modalità online non come un ostacolo bensì come un’opportunità. “Naturalmente – chiarisce la Lowe – la lezione in presenza è sempre più piacevole per il contatto umano, per il linguaggio del corpo che accompagna l’insegnamento e tutta una serie di ovvi vantaggi; tuttavia, anche la didattica a distanza ha i suoi pro: permette di utilizzare risorse interattive, audio e video che si possono sentire e vedere meglio sullo schermo di un pc ed indossando le cuffie, rispetto all’esperienza in classe con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM).

Anche l’insegnamento della pronuncia può essere avvantaggiato dalla lezione via webcam, che non costringe ad indossare la mascherina e consente di avvicinare la bocca alla telecamera per mostrare agli studenti i movimenti per produrre determinati suoni”.

Piattaforme online, velocità della connessione, schermi interattivi… sono molteplici i fattori che determinano la qualità dell’e-learning. Ma al centro di ogni rivoluzione e progresso tecnologico, così come insegna l’umanesimo digitale, ci sono le persone. Nella School of English di Santo Stefano Ticino/Corbetta la componente umana ha da sempre un ruolo prezioso e l’ultimo anno ne è stato una (ri)conferma: “i nostri insegnanti hanno saputo brillantemente far fronte a questo cambio di didattica offrendo nuovi spunti per lezioni coinvolgenti, multimediali e, perché no, divertenti”.

Se la modalità online riesce, per certi versi, a facilitare lo svolgimento dei corsi, è perché ciascuna lezione è preparata con una cura spesso addirittura superiore rispetto a quelle in aula: “per essere efficace, la lezione a distanza deve essere pianificata meticolosamente e in modo diverso rispetto alla lezione in presenza. Innanzitutto, si deve variare spesso il tipo di attività all’interno della stessa lezione per mantenere vivo l’interesse e coinvolgere attivamente i partecipanti anche tramite l’ausilio delle breakout rooms: aulette virtuali in cui si possono suddividere gli studenti per permettere loro di lavorare a piccoli gruppi”.

“Anche i tempi sono diversi nelle lezioni online: l’insegnante deve sempre sapere dove trovare ciò che gli serve, quando gli serve. Una pausa di un minuto quando si è davanti allo schermo sembra infinita rispetto alla lezione in presenza, dove gli studenti interagiscono tra di loro mentre l’insegnante carica un video sulla LIM”.

Da un lato, quindi, lo sforzo e le capacità dei docenti; dall’altro, una doverosa nota di merito – ci tiene a sottolineare la Lowe – va riconosciuta ai piccoli e giovani studenti: “la più grande sorpresa comunque è stata la grande abilità dei bambini che sono bravissimi a concentrarsi nonostante a volte abbiano incursioni di fratelli, cugini o televisioni accese in sottofondo. A volte i ragazzi un po’ più grandicelli si divertono ad utilizzare effetti speciali e sfondi virtuali e li lascio fare, perché si può comunque far lezione divertendosi un pochino. Naturalmente se noto che qualcuno è più focalizzato sulla scelta degli sfondi che sulla lezione, faccio notare che stanno esagerando un po’ e loro, molto diligentemente, tornano a concentrarsi sulla lezione”.

La docente conclude la nostra chiacchierata con un elogio e con un augurio: “in questo anno che ha ridefinito sia le tecniche di insegnamento sia – dall’altro lato – le tecniche di apprendimento, devo fare i miei complimenti agli alunni che hanno dimostrato grande maturità e capacità di adattamento. Naturalmente” – prosegue la Lowe – “speriamo di poter tornare nelle nostre aule di Corbetta/Santo Stefano Ticino al più presto possibile!”.

Anche noi di Ticino Notizie, che nella bellissima scuola di Jennifer Lowe abbiamo la fortuna di esserci stati, ci uniamo a questo augurio.

Nel frattempo, vi ricordiamo che trovate tutte le info sui corsi online della School of English sul sito www.jenniferlowe.it , oppure scrivendo direttamente a info@jenniferlowe.it.

 

 

 

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Related Articles

Back to top button