Sanità privata. AIOP Lombardia, Dario Beretta confermato presidente +++

    72

    MILANO – 15.537 posti letto e 108 strutture associate, tra ospedali, centri di riabilitazione, Rsa e istituti di ricovero e cura a carattere scientifico.

    Sono i numeri dell’Associazione Italiana Ospedalità Privata della Lombardia (Aiop) che oggi ha confermato il proprio direttivo: Dario Beretta presidente, affiancato da Michéle Quarenghi e Guerrino Nicchio come vice presidenti.

    La riforma del sistema socio sanitario regionale, la valorizzazione del comparto privato nella sanità lombarda dopo l’emergenza pandemica e la ripresa della regolare attività nell’erogazione delle prestazioni sanitarie sono le priorità che Aiop Lombardia ha iscritto nell’agenda dei prossimi mesi.

    Con quasi 2.000 ricoveri in terapia intensiva e 24.000 ricoveri in reparti di degenza COVID gli ospedali privati lombardi hanno affiancato gli ospedali pubblici per far fronte all’onda d’urto della emergenza pandemica che nel 2020 ha registrato in Regione Lombardia un numero di ricoveri per pazienti COVID pari al 40% di tutti i ricoveri avvenuti in Italia.

    “Il comparto privato nel corso del 2020 e del 2021 – precisa Beretta – ha dimostrato e sta dimostrando una grande capacità di efficace integrazione col settore, anche modificando in tempi rapidi la propria organizzazione per offrire risposte ai reali bisogni del cittadino/paziente. Le nostre strutture, con medici, infermieri e personale ospedaliero impegnati in prima linea, hanno dato un contributo molto importante nella lotta al COVID e stanno rappresentando un aiuto decisivo al piano vaccinale. Ripartiamo proprio dalle linee vaccinali che quotidianamente dimostrano in maniera concreta la forza del lavoro e dell’integrazione pubblico-privato”.

    Per Aiop resta fondamentale la centralità del cittadino e del paziente, centralità che si manifesta anche tramite la libertà di scelta del luogo di cura.

     

    “Auspichiamo – conclude Beretta – un ritorno alla normalità e contestualmente una ripresa delle attività sospese per affrontare la tempesta pandemica, attività e numeri che confermano al di là delle polemiche la sanità lombarda come punto di riferimento nazionale per il trattamento e la cura delle patologie complesse dei cittadini italiani”.

     

     

    Nella foto in allegato Dario Beretta

    Articolo precedenteBuono Benzina, la Lega ne chiede la reintroduzione al più presto
    Articolo successivoDa Regione Lombardia altri 20 mila tamponi gratuiti per lo Sport