Sanità, Del Gobbo: “La scoperta del dottor Mumoli è un’altra prova dell’eccellenza dell’ospedale di Magenta”

    143
    MAGENTA – “Il risultato a cui è giunto Nicola Mumoli, primario della UO di Medicina dell’Ospedale di Magenta, con la collaborazione del suo staff, dimostra, per l’ennesima volta, l’eccellenza della nostra struttura e del personale sanitario che vi lavora. La scoperta di un nuovo metodo ecografico per risalire all’età di una trombosi venosa profonda agli arti inferiori permetterà una rapidità di diagnosi e, quindi, di intervento, che significano maggior qualità per la vita dei pazienti. Complimenti, dunque, al dottor Mumoli, tra i migliori professionisti in questo campo”.  Lo ha riferito il Consigliere regionale di Noi con l’Italia, Luca Del Gobbo.

    “A questa notizia si aggiunge l’arrivo di 4 nuove apparecchiature in dotazione sempre al reparto di Medicina: 3 apparecchi per la ventilazione meccanica e un ecografo multidisciplinare, quest’ultimo donato all’ospedale dall’AIPA (Associazione Italiana Pazienti Anticoagulati). Sono traguardi, questi, – conclude Del Gobbo – che dimostrano quanto l’attenzione avuta nel recente passato da Regione Lombardia non sia arrivata a caso. Le risorse investite per rendere più moderno ed efficiente l’ospedale di Magenta sono il segno che il nostro territorio vanta presidi sanitari di assoluta eccellenza”.
    Articolo precedentePedalata benefica per Anfass con la Condotta di Slow Food Magenta Abbiategrasso
    Articolo successivoCassinetta: la “carica” dei trecentocinquanta…. con “Turista nel nostro territorio” (LE FOTO)