San Vittore Olona: i bambini della ‘Carducci’ alla scoperta del Municipio

    52

    SAN VITTORE OLONA – Per alcuni allievi della Scuola primaria “Carducci” di San Vittore Olona, giovedì 8 marzo non è stato un giorno di scuola come gli altri. Infatti sin dal primo mattino, alle nove in punto, la classe quinta B, e successivamente la quinta C, sono state ospiti del primo cittadino di San Vittore Olona, il sindaco Marilena Vercesi. Il motivo di quella pacifica invasione è stato il proseguimento delle attività programmate per l’anno scolastico 2017/18 all’interno del progetto educazione alla legalità.

    Anche quest’anno l’Amministrazione comunale, che da alcuni anni sostiene e promuove presso gli alunni delle scuole sanvittoresi il tema della legalità, ha fornito ai ragazzi l’opportunità di conoscere l’istituzione e di potersi confrontare con essa.  Al loro arrivo i giovani studenti e le loro insegnanti sono stati accolti dal sindaco Marilena Vercesi e dal Consigliere comunale Giacomo Agrati che, dopo un breve saluto, li hanno condotti nella sala consigliare dove è stato loro illustrato il funzionamento dell’ente, offrendo anche l’opportunità di simulare una seduta del consiglio stesso, eleggendo al loro interno il Sindaco, la Giunta e i Consiglieri e ciò ha creato in loro momenti di grande interesse e curiosità.

    Conclusa questa breve ma significativa esperienza interattiva, gli alunni hanno proseguito la visita della struttura e degli uffici che la compongono apprendendo i primi ma semplici concetti di gestione del “bene pubblico”(per la cronaca è stato l’ufficio della polizia locale il più gradito e il motivo lo lasciamo immaginare ai lettori).

    Al termine della chiassosa ma interessante visita il Sindaco nel salutare i ragazzi ha ricordato che: “Il tema della legalità – molto importante per la loro vita futura – è un processo di interazione che stimola la fiducia nei sistemi di controllo e nelle fonti di autorità presenti nel proprio territorio. In questi anni i valori della democrazia, l’esercizio dei diritti e dei doveri della cittadinanza hanno avviato collaborazioni con enti locali e associazioni per sviluppare il progetto educazione alla legalità all’interno delle scuole”.

    Articolo precedenteFolli e il dopo voto: “Prosegua la forte collaborazione con Regione Lombardia”
    Articolo successivoA Somma Lombardo parte il Progetto Layla – Aps per le donne vittime di violenza