San Giorgio su Legnano: il Sindaco si dimentica che è il primo maggio ed espone i rifiuti (ma poi chiede scusa)

    375

    SAN  GIORGIO SU LEGNANO –  Anche i sindaci possono sbagliare. E lui, Walter Cecchin, sindaco di San Giorgio, lo ammette senza problemi verso tutti i cittadini. Nessun errore grave, per carità. Ma anche un primo cittadino può dimenticare che, essendo il primo maggio festa del lavoro , i rifiuti non vi sono raccolti. Quindi neppure i suoi. Tra il serio e il faceto, così, il primus inter pares di piazza Quattro Novembre condivide questa sua svista con i sangiorgesi. 

    “Capita a tutti di sbagliare- esordisce con il consueto tono bonario – questa volta è capitato al sindaco , non ho pensato che era la festa dei lavoratori ed erroneamente ho esposto il sacco del secco, girando per San Giorgio ho visto che non sono stato l’unico”. 

     

    Quindi l’invito ai concittadini a ritirare i sacchi non lasciandoli esposti per un paio di giorni per evitare spiacevoli conseguenze di natura igienica e ambientale. Anche i sindaci, quindi, sbagliano. E, per alcuni che non lo riconoscerebbero neppure sotto tortura, ve ne sono altri che invece lo ammettono candidamente e ci scherzano su. Il “si fallor sum”  di agostiniana memoria appartiene a tutti.

    Cristiano Comelli  

    Articolo precedenteTutela immobili: oggi parliamo di…. contratti di locazione ad uso diverso da abitazione
    Articolo successivoMagenta alla BIT Digital Edition con un video speciale sulle nostre bellezze