San Biagio: tre giorni di festa per la città

    76

    MAGENTA – Torna l’appuntamento con la tradizione, torna l’appuntamento celebrare la festività di San Biagio. “Tre giorni” di iniziative da venerdì a domenica 5 febbraio.

    Come al solito, il giorno di San Biagio sarà caratterizzato dalla tipica fiera di merci e bestiame che si snoderà per le vie del centro storico con le sue prelibatezze – i famosi ‘fironn’ – il bacio della reliquia presso l’Istituto delle Madri Canossiane e il tendone di piazza Liberazione dove si potrà degustare l’immancabile trippata e seadas di formaggio con scorza d’arancia in collaborazione con il Gruppo Alpini e il Circolo culturale Sardo “Grazia Deledda”.

    Nel pomeriggio sul sagrato della Basilica la benedizione dei panettoni e, a seguire, alla presenza del gruppo storico Borgo Pontenuovo la distribuzione di “panettoncini” e caramelle ai più piccoli.

    In serata al Lirico il tributo ad Enzo Jannacci a cura del centro culturale Don Tragella con “L’avventura della creatività. Quando un musicista ride”.

    Il clima di festa proseguirà ancora al sabato dove sotto al tendono di piazza Liberazione, grazie alla collaborazione del Consorzio Produttori Parco del Ticino si potranno degustare i prodotti tipici del territorio a “marchio Parco” accostato all’ormai noti “Risotto della Battaglia”.

    Gran finale, domenica mattina, con la quarta edizione della ‘StraMagenta’ manifestazione podistica, in collaborazione la ASD Atletica Palzola (www.atleticapalzola.com).

    Chiusura ancora all’insegna della buona tavola, stavolta con un menù tutto sardo – sempre al tendone della piazza – con il Circolo Culturale Sardo.

    san biagioFabrizio ValentiSAN BIAGIO

    Articolo precedenteMagenta, i nomi su cui punta il centrodestra ‘rinnovato’: la riscossa si tinge di rosa- INSIDE
    Articolo successivoL’Atlante della Memoria è on line. Venerdì al Musa la presentazione del progetto