Sammartino pensionato? Ma per il momento c’è ancora lui, in sella a Forza Italia Magenta…

    53

    Gli azzurri magentini lavorano per uscire dall’impasse. Bocche cucite, in attesa di novità importanti.

    200px-Forza_Italia.svgMAGENTA – Mentre il centrosinistra con il candidato sindaco uscente Marco Invernizzi ha lanciato ufficialmente la campagna elettorale con l’iniziativa in programma in Casa Giacobbe il prossimo 11 febbraio, Forza Italia cerca di ricompattarsi e serrare le fila, per arrivare ad individuare di una figura condivisa, come candidato sindaco da contrapporre a quella di  Simone Gelli nome, peraltro, non inviso ad alcuni forzisti in primis  Felice Sgarella .

    Il problema di fondo, tuttavia, è un altro. Ovvero, di metodo. Può il partito che, almeno  un tempo, era la guida del centrodestra locale delegare il nome del candidato sindaco alla Lega Nord o, comunque, non mettere sul piatto un’alternativa valida?

    Da qui l’idea annunciata dal Coordinatore “pro tempore”  Enrico Sammartino di convocare entro la fine del mese – ormai vicina – una assemblea degli iscritti per “fare squadra” e trovare quella figura che faccia da collante come alternativa a Gelli. Allora e solo allora, inizierà la discussione per il candidato del centrodestra.

    L’idea di una coalizione unica e compatta, peraltro, non è sta mai messa in discussione, però, la sensazione è che i tempi si stiano allungando, oltre quanto previsto.

    In Forza Italia, in questo momento, in assenza di dichiarazioni ufficiali, prevale un atteggiamento unitario. Anche se “filtrano” indiscrezioni circa l’idea di costituire un nuovo direttivo per dare “un colpo di reni” ad una situazione che rischia l’impasse.

    Quel che è certo è che gli “azzurri” magentini vorrebbero agire in totale autonomia e non spostare la discussione su tavoli più alti. Dove la situazione è ancora più caotica di quella locale.

    Dopo la sostituzione nel ruolo di coordinatore provinciale dell’On.le  Luca Squeri  è arrivata una figura navigata come Graziano  Musella. Lo “strappo” tra quelli che vorrebbero un partito più attento alle istanze del Nord e tassello centrale dell’alleanza con Lega Nord e Fratelli d’Italia – non a caso, poco prima di Natale, è nato ufficialmente il movimento di Daniela Santanchè  “Noi Repubblicani Popolo Sovrano” –  e chi guarda al centro moderato, è palpabile. Da qui l’intenzione dei forzisti magentini di tenere la barra al centro, con il dibattito ben ancorato al livello territoriale, per non finire coinvolti in una bagarre che avrebbe come unico risultato quello di allungare una trattativa già di per sè complessa.  Intanto, per questo fine settimana, sarebbe sul tavolo un confronto come coalizione per procedere nel percorso unitario. Quanto a Forza Italia, proseguono i “rumors” attorno a Sammartino. Ma per il momento la guida è ancora lui e da lì piaccia o no, si deve passare.

    F.V.

    Articolo precedenteGrandi Emozioni al PalaCairoli: termina in parità l’atteso scontro tra la Capolista Giardino Danzante e il Varese Futsal
    Articolo successivoSuperstrada: il Movimento 5 Stelle scrive al Sindaco Invernizzi