Rugby Sound 2019 al via stasera, con Nitro e The /Bloody Beetroots

    49

     

    Tutto è pronto per la prima serata del Rugby Sound che vedrà protagonisti sul palco dell’Isola The 7Bloody Beetroots e Nitro: 7 ore di musica No Stop, due palchi: elettronica, rap, hip hop, house, techno. 

    LEGNANO – I The Bloody Beetroots sono uno dei progetti elettronici più influenti a livello internazionale, con oltre 2 milioni di dischi venduti e collaborazioni con i più grandi musicisti al mondo.

    Nitro si avvicina da adolescente alla cultura hip hop. Con “No Comment“, il primo album uscito per Sony Music a inizio 2018, Nitro, pur conservando unimpronta underground, batte il record di streaming italiano di un singolo album in 24 h su Spotify, dopo una settimana è primo nella classifica FIMI e dopo tre settimane è certificato disco doro. Un exploit che porta Nitro a fare un lungo e affollato instore-tour e a registrare continui sold out durante il “No comment – tour.

    Venerdì 28 giugno 2019 – dalle ore 19:00

    Biglietto unico in cassa la sera dellevento, valido per tutto il giorno: 5

    RUGBY MUSIC & LOVE

    28 GIUGNO – 7 LUGLIO


    Isola del Castello – Legnano


    Il Festival che da 20 anni richiama sotto il palco tutti gli appassionati di musica nazionale e internazionale nella bellissima e suggestiva location dell’Isola del Castello di Legnano!
    Uno spettacolo imperdibile di 10 giorni per TUTTI, grandi e piccoli; food&beer e molto altro.. Vi aspettiamo!

    Info su www.rugbysound.it

    Ma prima di vivere l’adrenalina del Rugby Sound i ragazzi del Rugby Parabiago 1948 hanno condiviso le emozioni dell’ultima meta di Rugby in Ospedale, presso il il comitato Maria letizia Verga; la struttura di Monza, da oltre 40 anni eccellenza della sanità italiana per la assistenza e cura della leucemia nei bambini e adolescenti ha ospitato una delegazione che ha visitato i reparti di oncoematologia pediatrica e day hospital regalando ma soprattutto ricevendo emozioni uniche.I giovani pazienti, accompagnati dai familiari e dal personale sanitario, hanno fatto conoscenza con la palla ovale con due testimonial d’eccezione: i Nazionali Sevens Andrea Pratichetti e Tommaso Jannelli

    Dalle parole di Pratichetti al termine della visita traspare la felicità di esserci: “dopo la timidezza iniziale sono i bambini stessi che ci mettono a nostro agio ed è sorprendente riuscire ad interagire con loro a farli divertire durante la nostra attività, con grande partecipazione anche da parte dei genitori.

     

    Oltre agli Azzurri ed ai Portatori di Sorrisi hanno partecipato rappresentanti del Rugby Parabiago, della Fir Lombardia, della Svizzera Italiana Rugby Sevens 7Sirs e Vivigas energia.

    Grande soddisfazione è stata espressa anche dal team dei Portatori di Sorrisi ASD Rugby – che promuove il progetto su tutto il territorio nazionale: “È sempre emozionante condividere qualche istante con i bambini, incrociare i loro sguardi e percepire stupore e sorpresa nel vederci arrivare e gratitudine ed entusiasmo al momento del congedo, la speranza è di poter continuare a far crescere il nostro progetto per portarlo in ogni città d’Italia. Un ringraziamento a tutte le persone che dedicano il loro tempo, energie e risorse economiche a Rugby in Ospedale

    Articolo precedenteULTIMORA – Due ragazzi nel Naviglio a Robecco, elisoccorso e pompieri sul posto: intervento in corso ad Albairate
    Articolo successivoTrecate ed Est Ticino pieni di ‘trappole’ per contenere la Popillia Japonica