CronacaNews

Rozzano, sacerdote ostaggio del balordo che vuol bruciare la chiesa del 1500

E' mentalmente instabile ed è "arrabbiato con Dio". Ma non è perseguibile

 

 

ROZZANO – Una storia che ha dell’incredibile. L’uomo, che ha già danneggiato la struttura, urinato nell’acqua santa e tentato di derubare un’anziana, non è perseguibile perché dichiarato mentalmente instabile. Il sacerdote è costretto a chiudere l’edificio religioso a chiave quando non c’è messa. E’ quanto riporta il quotidiano on line Affaritaliani.it ed è quanto succede a Rozzano, centro del Sud Ovest Milano.
Oltre ai tentativi di incendio uno dei quali purtroppo ha causato molti danni – spiega don Roberto – sono arrivate anche le minacce. Solo poche settimane fa il balordo ha minacciato di voler ridurre la parrocchia “come notre Dame”, ma non è tutto. Ha anche confessato, ridendomi in faccia, di aver urinato nell’acquasantiera, mentre in un’altra occasione ha avvicinato un’anziana in preghiera cercando di rubarle dei soldi”.

Insomma una situazione davvero paradossale, in quanto, il persecutore non sarebbe penalmente perseguibile perché dichiarato mentalmente instabile e nemmeno i ripetuti interventi dei Carabinieri sono riusciti a scoraggiare l’uomo, intenzionato ad appiccare il fuoco al battistero perché “arrabbiato con Dio”.

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi