Romanticismo Socialista a sostegno di Giuseppe Rescaldina

    95

    Nella sede della UIL di via Pretorio, questo pomeriggio, la conferenza stampa del Garofano Rosso, con Pino Casamento Leonardo Monopoli, Antonio Cacciatore e spettatrici interessate le compagne di PRC

    MAGENTA – “Noi socialisti non possiamo che stare a sinistra. Siamo orgogliosi di essere i successori dell’ultimo storico partito italiano”.

    Così Giuseppe ‘Pino’ Casamento che questo pomeriggio insieme agli compagni, afecionados del Garofano Rosso  Leonardo Monopoli responsabile per l’area del Castanese e Legnanese e Antonio Cacciatore candidato al Consiglio comunale con la lista di Assieme Ripartiamo, hanno illustrato le ragioni del loro sostegno a Giuseppe Rescaldina. Monopoli ha spiegato che la volontà dei socialisti, ripartendo dal basso, è quella di “stare vicini alla gente”. “C’è un vuoto rilevante da colmare. Su questo anche i partiti della sinistra a livello nazionale hanno colpe precise”. “Noi – ha aggiunto – partiamo dalle piccole cose ma fattibili. A breve apriremo a Dairago un ufficio di assistenza gratuita per tutto l’Alto Milanese. Spesso il cittadino si trova ingiustamente a pagare. Viene vessato e non sa a chi rivolgersi”. E la politica dei piccoli passi ma veri è quella che ha condotto i continuatori della tradizione del Garofano Rosso ad abbracciare il progetto di Rescaldina. “Abbiamo massima fiducia e stima nel nostro candidato sindaco” ha commentato Casamento. “Con Rescaldina sindaco e Cacciatore in Consiglio comunale – ha proseguito – vogliamo riportare Magenta al ruolo di città guida di questo territorio. Con ‘Assieme Ripartiamo’ vogliamo coinvolgere gli sfiduciati, quelli che si sono allontanati dalla politica”. “Questo soggetto politico – ha concluso Casamento – è la vera novità di questa campagna elettorale. Noi ci mettiamo il nostro Cacciatore, che è un personaggio oltre che caparbio, impegnato da sempre a Magenta. Siamo fiduciosi di cogliere un ottimo risultato”. Alla conferenza stampa sono intervenute anche Sara Mastronicola e Natalia Iannone di Rifondazione Comunista a suggellare questa nuova alleanza tutta a sinistra.

     

    Fabrizio Valenti

    Articolo precedenteLe Polizie Locali di Bià e Vigevano sequestrano 1 chilo e mezzo di droga
    Articolo successivoMagenta: siglata la ‘pace’ tra Invernizzi, Pd e il duo Bastianello-Prato