Robecco sul Naviglio: la Strapasciata piace a tutti i runner, vincono Nathan Baronchelli e Giada Mingiano (VIDEO)

387

Correre tra gli scorci di Robecco sul Naviglio quando comincia a fare buio. Attraversare il vecchio ponte degli scalini e addentrarsi nelle frazioni di Carpenzago e Casterno. La Strapasciata organizzata dal Tapascione Running Team è tornata quello che era. Una corsa per tutti alla quale hanno preso parte centinaia di runner e camminatori.

 

Numerosi volontari sul percorso per garantire la sicurezza, un’organizzazione che, come sempre, è stata definita tra le migliori. La corsa è una non competitiva, ma un tocco di sano agonismo la rende ancor più interessante. E così Nathan Baronchelli ha vinto dimostrando uno stato di forma eccellente, davanti ai fortissimi Andrea Secchiero e Christian Morandi. Tra le donne si è imposta la milanese Giada Mingiano, davanti all’atleta di casa, la russa di Robecco Aleksandra Garavaglia e a Sabrina Zammetta.

Inevitabile soddisfazione per il presidente del TRT Stefano Colombo e per tutti i volontari del team. Molto professionali, come sempre, lo speaker Davide Daccè e Arturo Barbieri, il fotografo dei runner per Podisti.net. “È una delle corse serali più belle”, ha commentato Ettore Comparelli di Vanzago, noto frequentatore delle corse non competitive. Come sempre un ricordo per Valentina dal papà Giovanni che ha corso, unico atleta del TRT. Numerosi i runner arrivati da Milano apposta per correre a Robecco sul Naviglio. “Mio marito ha 77 anni e corre ancora – commentava una donna. L’ho accompagnato per questa bellissima serata in un paese veramente bello”.

Articolo precedenteEsperienze sul fronte umanitario: il trecatese Bruno Geddo presenta il suo libro in Villa Cicogna
Articolo successivoTrecate: “La paella dei golosi”, una cena solidale con gli Amici del ’52