NewsPolitica

Robecco e il post Consiglio: Esserci, ‘nessun passo in avanti’

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

ROBECCO  L’assemblea Consiliare ha trattato tematiche molto importanti in materia economica per gli anni 2019 e 2020.

Il primo punto all’ordine del giorno riguardava la Tari. La proposta dell’Amministrazione Barni è stata come si suol dire da “minimo sindacale”. Conferma provvisoria le tariffe TARI già applicate nel 2019 e le relative scadenze ovvero prima rata 31 luglio, seconda rata 31 ottobre e conguaglio 31 Gennaio 2021. La nostra osservazione, portata in consiglio, ha ribadito che, come avevamo già proposto, si sarebbe dovuto intervenire riducendo la parte variabile della TARI per quelle attività che hanno subito la forzata chiusura dettata dell’emergenza sanitaria nazionale durante il periodo COVID 19 e che la scadenza della prima rata al 31 luglio è sicuramente da considerarsi troppo vicina alla data di riapertura delle attività, e quindi va inevitabilmente a gravare sulle finanze di quelle attività commerciali già provate dal blocco.

A fronte della volontà della maggioranza di procedere comunque alla conferma delle tariffe e delle scadenze già in essere ed in considerazione che, nel frattempo la Responsabile dell’ufficio finanziario assicurava che a tutte le rate sarà applicabile – sulla parte variabile – una riduzione del 25% prevista dall’Autorità ARERA, il gruppo Consigliare “Esserci – Robecco e Frazioni” si è astenuto dalla votazione sulla proposta presentata dalla maggioranza.

Il secondo punto all’ordine del giorno discuteva del “Documento Unico di Programmazione” ed in particolare la modifica del programma triennale delle opere pubbliche nell’allegato dell’elenco annuale delle opere per l’anno 2020. Siamo molto contenti che Regione Lombardia abbia stanziato per Robecco 350.000 euro – uno sforzo notevole per la Regione per dare una boccata d’ossigeno ai comuni lombardi – sicuramente, per il nostro paese, questo stanziamento serve per riparare strade ed eseguire l’ordinaria manutenzione, dopo i 5 anni passati con una sorta di “spending review” finalizzata a destinare più di 320.000 euro per la realizzazione della famigerata tensostruttura, che ha portato Robecco e le sue frazione in uno stato di completa trascuratezza e decisamente mal tenuto e mal manutenuto, pertanto ci verrebbe da dire che le risorse di Regione Lombardia siano “una vera manna dal cielo”.

Sempre per questo punto siamo però completamente contrari all’alienazione del terreno dell’ex discarica sito in via Pietrasanta in quanto crediamo che, per far fronte agli enormi costi accumulati negli anni per la mancata cura e manutenzione del nostro paese, un bene pubblico comunale non debba essere venduto o meglio, svenduto.

Ci permettiamo di dare un piccolo suggerimento alla maggioranza, prima di allocare nel bilancio di previsione delle risorse derivanti da finanziamenti accertatevi che si possano utilizzare per gli scopi che vi siete prefissi se no c’è il rischio che si ripeta quanto già accaduto ovvero che i 50.000 euro destinati alla videosorveglianza non potendo essere utilizzati per quello vengano poi dirottati sull’abbattimento delle barriere architettoniche, che ben venga, ma denota una certa improvvisazione nell’utilizzo dei fondi messi a disposizione da Regione Lombardia.

L’ultimo punto all’ordine del giorno riguardava la votazione sul rendiconto finanziario per l’anno 2019, tralasciando l’abbandono prima della votazione da parte di una consigliera di maggioranza – per impegni ?? – siamo rimasti straniti che l’Amministrazione sia pienamente soddisfatta dell’operato svolto finora (con tanto di vanto) senza considerare che i numeri parlano chiaro e contraddicono il lungo discorso dell’assessore al bilancio. Crediamo, più semplicemente, che basterebbe vedere i fatti oggettivi: strade malmesse e chiuse, piazze e cimiteri trascurati, carenza di loculi, verde pubblico non potato e poi abbattuto…ecc , tutto questo vale più di mille parole. I numeri rappresentando la vera Amministrazione Barni, un’amministrazione che cerca con scarsi risultati di rimediare all’incapacità ricorrendo a giustificazioni e discorsi populisti. Alla precisa domanda di cosa sia stato realizzato dall’Amministrazione nel 2019 è stato risposto che è stato istituito, per gli alunni delle scuole medie che abitano nelle frazioni, il trasporto scolastico.

Concludendo siamo rimasti sbalorditi anche da una battuta del sindaco: “sappiamo tutti che i primi 5 anni sono di programmazione” …forse è proprio questo il problema, una valida Amministrazione dovrebbe lavorare già il primo giorno e non dopo 6 anni….punti di vista.

ESSERCI ROBECCO E FRAZIONI- TICOZZELLI SINDACO

 

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi