Robecco, nuovo Cda per il Circolo Cooperativo. Il 7 dicembre serata di Gala con diretta del Don Carlo dalla Scala

Un nuovo cda e tante iniziative in cantiere per la storica realtà associativa del paese: in via Roma si cerca di dare nuovo slancio al Circulin

Il Mercato Contadino a Nerviano domenica 25 febbraio

Domenica 25 febbraio 2024 avremo la nuova edizione del Mercato Contadino di Nerviano nella Piazza Chiesa Colorina dalle 9 alle 13....

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Una storia importante, che continua. Il Circolo Cooperativo di Robecco, nella storica sede di via Roma, ha rinnovato le cariche e sta lanciando una serie molto interessante di iniziative. Lo scorso 31 luglio nella sede del Circolo si è infatti svolta la prima riunione del nuovo Consiglio di Amministrazione, il quale all’unanimità ha votato le nuove cariche sociali:
ATERI GIANCARLO PRESIDENTE, CASSANI ANGELO VICEPRESIDENTE, VIGANO’ ATTILIO SEGRETARIO
BARENGHI FABRIZIO CONSIGLIERE, MANTEGAZZINI ANTONIO CONSIGLIERE.

Intanto rimangono gli ultimi posti disponibili per la Serata di gala in occasione della Prima della Scala, con la proiezione dell’opera Don Carlo di Giuseppe Verdi, in diretta su Rai1- Rai Play. Ingresso in sala alle 17.30, introduzione all’opera di Mario Mainino, dopo il termine dello spettacolo ricco buffet di antipasti, risotto alla Milanese, dolce, un calice di vino al prezzo di 20 euro. Info e prenotazioni al 349-8253070.

L’Opera va in scena il 7 dicembre 2023 alle ore 18:00, diretta dal Maestro Riccardo Chailly con la regia di Lluìs Pasqual. Il Don Carlo è un’opera della maturità di Giuseppe Verdi, presentata per la prima volta nel 1867, che si colloca tra La forza del destino (1862) e l’Aida (1871). Nel 1886 Verdi la trasformò in un’opera in cinque atti e non più quattro, con un respiro più ampio dato alle parti d’orchestra. Tratto dall’omonima tragedia di Friedrich Schiller con scene ispirate al dramma Philippe II, Roi d’Espagne di Eugène Cormon, racconta il duro scontro tra padre, Filippo II di Spagna, e figlio, Don Carlo, ma anche il conflitto tra Stato e Chiesa e tra diverse visioni politiche. L’opera è stata rappresentata molte volte alla Scala, con direttori come Arturo Toscanini fino a Claudio Abbado, che lo diresse due volte per il 7 dicembre nel 1968 e 1977, e Riccardo Muti.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Altre Storie

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Altre Storie

Pubblicità

contenuti dei partner