Robecco, da Guido a Trattoria Contemporanea: l’1 maggio in via Adua si riapre

    54

     

     

    ROBECCO – Ancora pochi giorni, davvero, e avverrà quanto in molti stanno aspettando da mesi: il Guascoro, il ristorante pizzeria della famiglia Mantovan in via Adua, riaprirà i battenti l’1 maggio.

    Dopo la improvvisa e dolorosa morte di Romeo Mantovan, la sorella Costanza non si è lasciata scoraggiare ed ha lavorato per consentire che il locale riaprisse.

    Ora il momento è arrivato: l’1 maggio, festa di san Majolo (la più importante, per il paese), aprirà i battenti la Trattoria Contemporanea, il nuovo locale che fungerà da ristorante- pizzeria (anche da asporto).

    Collocato sempre in  via Adua 8, dove l’11 marzo del 1972 aprì la trattoria da Guido (con Guido e Assunta Mantovan dietro i fornelli e il banco), il nuovo locale vedrà l’ingresso nelle cucine di Alberto Rondinini, giovane ma già affermato chef robecchese, reduce dall’esperienza all’Hammy Bistrot di Luca Selmo a Magenta e in passato a capo della ‘partita’ in altri locali.

    La Trattoria Contemporanea punterà soprattutto sul pesce, su una per ora ridotta ma selezionata carta dei vini (con prevalenza di vini bianchi e bollicine). E ci saranno ovviamente le tradizionali e immancabili ‘pizze di Guido’.

    Presto diffonderemo le immagini del locale (che sta concludendo in questi giorni i lavori di ristrutturazione che hanno dato un volto ancora più fresco e nuovo al ristorante) e i piatti del menù.

    Per adesso, un grande in bocca al lupo a Costanza ed Alberto, che ridanno ai robecchesi un posto di cui si sentiva la mancanza.

     

     

     

     

     

    Articolo precedenteSinistra per Corbetta e 25 aprile, duro j’accuse contro Ballarini
    Articolo successivoLa trattativa Stato-Mafia e la sconfitta del diritto (Uno)