‘Robecco come Dawson Creek’: la ‘perla’ del Milanese Imbruttito

    43

     

    ROBECCO SUL NAVIGLIO –  “Lo shooting di Entertainment Weekly con tutto il cast riunito di Dawson’s Creek è un duro colpo allo stomaco.

    Figa, sono già passati 20 anni da quando ci sucavamo, su Italia1, gli psicodrammi di DawsonPaceyJoeyJen&Jack e compagnia bella, conditi dalle canzoni dei Sixpence None The Richer e dalle urla di nostra madre che entrava in camera.

    Perché noi eravamo degli adolescenti brufolosi e insofferenti a fare i compiti, mentre loro erano attori americani trentenni – forse già laureati – che ce la facevano credere.

     

     

     

     

     

     

     

    Quei 40 minuti al giorno di Capeside (la Robecco sul Naviglio Made in USA) però erano tutto.

    Le smorfiette odiose di Joey Potter, le seghe registiche di Dawson Leery e le avventure sessuali dell’amico Pacey Witter hanno illuminato i nostri pomeriggi e allo stesso tempo mandato in frantumi qualunque nostro sogno di felicità. Ma com’erano i personaggi principali di Dawson’s Creek visti realmente da noi? Ve lo ricordate?”

    Mica male l’esilarante (come sempre..) Milanese Imbruttito, l’invenzione del grande Germano Lanzoni che spopola da anni su Facebook (e non solo..). Ieri molti giovani robecchesi si sono accorti che, nel commentare la ‘reunion’ degli attori della celeberrima serie cult di molti adolescenti dell’epoca, il Milanese ha citato Robecco sul Naviglio, paragonandola a Capeside, placida cittadina della provincia ) americana (adagiata lungo un fiume, da qui il paragone con Robecco), da dove sono nate alcune celebrità come Katie Holmes (ex moglie di Tom Cruise), James Van Der Beek (Dawson), Joshua Jackson (Pacey) e Michelle Williams (Jen).

    Che dire.. Fa certamente piacere che, dopo i servizi televisivi, quelli sui quotidiani e delle riviste specializzate, ora si accorga di Robecco anche il Milanese Imbruttito.

    Figa, che storia.. (concedetecela…)

     

    Articolo precedenteCornaredo, accordi per i 58 lavoratori della Colgar
    Articolo successivoAbbiategrasso, il boom dei gruppi Facebook: la più grande piazza virtuale in città