Robecco, capannone in fiamme: i proprietari dovranno presentare una serie di documenti sull’attività svolta

106

ROBECCO SUL NAVIGLIO Non è stato messo sotto sequestro il capannone nel quale si è sviluppato un incendio la vigilia di Natale a Robecco sul Naviglio. Le tre persone che si trovavano sul posto dovranno però fornire alle autorità competenti la documentazione richiesta in merito al rispetto della normativa anti incendio, ai lavoratori occupati in quello stabile e altro ancora. In buona sostanza è scattata una diffida in merito ad un capannone nel quale era stato dichiarato che ci lavoravano meno di tre persone.

Le autorità, quindi, vogliono semplicemente vederci chiaro. Il rogo è scoppiato nel pomeriggio del 24 dicembre all’interno di un locale di circa 30 metri quadri del capannone di via dell’Agricoltura, nella frazione di Casterno, in uso per motivi di lavoro ad alcuni uomini di nazionalità egiziana. Sul posto sono intervenute 4 squadre dei vigili del fuoco, oltre al nucleo Nbcr per verificare l’eventuale presenza di amianto e per mettere l’area in sicurezza. Le fiamme sono state subito domate e nessuno ha riportato ferite o è rimasto intossicato, anche se un’ambulanza è stata inviata sul posto a scopo preventivo.

Carabinieri della stazione di Abbiategrasso e Polizia locale di Robecco sul Naviglio hanno immediatamente lavorato per ricostruire la dinamica. Ora attendono gli adempimenti dei proprietari che dovranno essere forniti nei prossimi giorni.

 

 

Articolo precedenteBareggio, la mostra presepi continua fino al 6 gennaio. A Magenta la 10° esposizione del GAP presso l’ex Tony
Articolo successivoMagenta, rapina a Pontenuovo nella sera di Santo Stefano: malvivente armato fugge con l’incasso