Ritrovati nei boschi di Oleggio i resti di un operaio scomparso vent’anni fa

357

All’epoca i titolari della ditta dove lavorava il senegalese furono indagati ma poi assolti

 

OLEGGIO NO –  Sono di Mohamed Sow, operaio senegalese scomparso 20 anni fa, i resti trovati ad aprile nei boschi di Oleggio (Novara). Lo rende noto la Procura di Verbania.

Per la scomparsa dell’operaio furono indagati i titolari della Pulimetal, dove lavorava. Accusati di omicidio, vennero assolti. La svolta, grazie alle analisi dei Laboratori di antropologia e odontologia forense dell’Universita’ di Milano, non consentira’ di riaprire il caso. L’imputato assolto o prosciolto con sentenza irrevocabile – ricorda la procura – non puo’ “essere sottoposto a procedimento penale per il medesimo fatto, neppure diversamente qualificato o circostanziato”.

Articolo precedenteDopo Magenta, Nobody e il viaggio dentro la prostituzione arrivano a Rho: 27 e 28 novembre
Articolo successivoAnziana, investita da una ruspa a Vanzago: è grave