L'Editoriale

Rifugiati

Non è mai stata terra per esuli l’Italia. Da Sandor Marai, grandissimo autore ungherese che stanziò a Napoli nel dopoguerra e visse come un accattone, al cecoslovacco Jiri Pelikan scampato per volontà di Bettino Craxi alle purghe post primavera di Praga che finì a Parigi, l’Italia non ama gli esuli, i rifugiati politici, i dissidenti. Ce ne sono un paio, con lo status di rifugiato politico, di stanza al parcheggio dell’U2 di Magenta a rompere i cabbasisi, per citare Montalbano, agli avventori. Però anche tra i rifugiati politici ci sono quelli di serie a, i poveracci che non contano nulla e gli va bene l’U2 e quelli di serie b, che lo sono per davvero perseguitati politici e devono smammare alla più svelta altrimenti rischiano di essere rinviati in patria. Abbiamo dimenticato il caso Ochalan, leader kurdo praticamente riconsegnato alle terribilmente oscene prigioni turche. Ed il caso dell’altro ieri. Di una donna e di sua figlia, famiglia di un dissidente kazako che è riuscito a raggiungere Londra ed aveva la sua famiglia qui, a Roma, in attesa di un documento che li potesse ricongiungere. Il Kazakistan è una crosta di terra, grande circa sette volte l’italia, della Russia caucasica che galleggia sul petrolio e sul gas naturale. Governata, con pugno di ferro, da un micidiale satrapo. Una democratura (unione di democrazia e dittatura, neologismo coniato da Solgenitsin) feroce. Guarda caso sua moglie e la sua bambina, tra i milioni di clandestini che in Italia fanno quello che vogliono, sono stati individuati, arrestati dai nostri servizi segreti e rispediti in patria con un volo privato. Chi tocca il petrolio muore ragazzi, ne sa qualcosa Gheddafi, un caporalmaggiore che si credette colonnello. Ne sa qualcosa, di questa volgare vicenda, il vertice dello Stato e dell’Eni. Ma tacciono, come si conviene. E allora taceremo anche noi.
Emanuele Torreggiani

Vedi Altro

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi