Rho Pero: la Lega Nord del Ticino ha ricordato Andrea Bartolini. La nuova sede in suo onore, c’era anche Matteo Salvini

    150

    RHO PERO –  Si sono vissuti momenti di  sincera commozione ieri sera, quando, militanti, simpatizzanti del Carroccio si sono stretti attorno ai famigliari di Andrea Bartolini,  segretario della Lega Nord del Ticino, prematuramente scomparso nell’agosto scorso.  A lui, infatti, è stata intitolata la nuova sede della Lega Nord di Rho Pero. Per l’occasione è intervenuto il segretario federale del Carroccio Matteo Salvini che già nel pomeriggio aveva partecipato ad un incontro nella frazione nervianese di Villanova per dire no all’arrivo dei profughi in città. Accanto al ‘capitano’ Salvini c’era il primo cittadino di Nerviano Massimo Cozzi che sulla questione ha dichiarato: “Come sindaco avendo ben 12 casi di sfratti esecutivi di persone di Nerviano, la precedenza è tutta per l’oro. Il prefetto si metta il cuore in pace, finchè sarà possibile diremo sempre di no”. Sull’argomento Salvini ha dato pieno sostegno all’amministratore locale leghista: “La priorità sono gli italiani non i finti profughi”. Il ‘secondo tempo’ della giornata di Salvini nell’Alto Milanese è stato dedicato, appunto, all’amico Andrea Bartolini. Al taglio del nastro della nuova sede, c’erano anche la moglie Silvana con la figlia Beatrice (nella foto sotto). A loro, oltre che alle altre due figlie di Bartolini, Elisa e Beatrice, è andato il pensiero dei presenti. All’iniziativa sono intervenuti diversi esponenti della Lega Nord del territorio. Tra questi Massimo Garavaglia, assessore regionale all’Economia Crescita e Semplificazione, Massimo Pagani garante per l’Infanzia di Regione Lombardia e Gianbattista Fratus attuale segretario provinciale del Ticino subentrato, appunto, al compianto Bartolini. La serata si è conclusa con un momento conviviale presso il  Route 41 a Pero.

    Articolo precedenteMagenta, la Lega Nord a convegno sul business dell’immigrazione
    Articolo successivoFai: tornano le giornate di primavera