Restaurati i mosaici di sant’Ambrogio, il placet di Regione Lombardia

    86

     

    MILANO – Un restauro importante per i Lombardi e per i cittadini milanesi, perche’ si tratta di restituire alla comunita’ milanese e lombarda un patrimonio di inestimabile
    valore”. Cosi’ ha commentato, a margine di un sopralluogo, l’assessore all’Autonomia e Cultura della Regione Lombardia, Stefano Bruno Galli, il restauro del mosaico della cupola del
    Sacello di San Vittore in Ciel d’oro, nella basilica di Sant’Ambrogio a Milano, che custodisce anche il piu’ antico ‘ritratto’ del santo patrono della citta’.

    Presenti la soprintendente alle Belle Arti Antonella Ranaldi, il responsabile dei Beni culturali della Diocesi di Milano Carlo Capponi, il direttore dei lavori Giorgio Ripa e la restauratrice
    Claudia Tedeschi.

     

    SOSTEGNO SIGNIFICATIVO DELLA REGIONE – Il restauro e’ parte di un
    intervento ampio, che riguarda i monumenti legati alla Milano di Ambrogio. “Regione Lombardia ci ha creduto – ha ricordato l’assessore – ed e’ intervenuta in modo significativo,
    finanziando piu’ della meta’ del costo complessivo dell’intervento”. A questo intervento di restauro, che sara’ visibile ai Milanesi, ai Lombardi e ai turisti da meta’ agosto,
    si affiancano quelli che verranno realizzati nei mosaici presenti nelle basiliche di Sant’Ambrogio e San Lorenzo. Sono altresi’ previsti interventi per migliorare l’accessibilita’ di
    San Vittore, con la realizzazione di percorsi per disabili motori e la costruzione di un modello tattile del volto di Ambrogio per la fruizione da parte degli ipovedenti.

    ATTENZIONE AL PATRIMONIO ECCLESIASTICO – “L’intervento di restauro fa parte di una linea che l’Assessorato che guido sta seguendo – ha spiegato Galli -, quella di avere particolare
    attenzione nei confronti del patrimonio ecclesiastico, un patrimonio che appartiene alla cultura e all’identita’ di questa regione, ma che versa, sovente, in stato di trascuratezza”. “Per
    questo motivo – ha concluso – abbiamo costruito un bando destinato alle ristrutturazioni ecclesiastiche, perche’ rappresentano un patrimonio dell’intera comunita’ lombarda”.

     

     

    Articolo precedenteLa Provincia di Novara dà il via al piano di contenimento dei cinghiali
    Articolo successivoLombardia leader nel commercio estero di pesce conservato, settore da 1.3 miliardi di euro annui