Rescaldina, Giunta Cattaneo: esame superato

    100

    RESCALDINA – La domanda era semplice e complessa al tempo stesso: cittadini di Rescaldina, siete soddisfatti del comune in cui vivete? E, nel complesso, i rescaldinesi hanno risposto in senso favorevole pur non mancando di evidenziare che qualche aggiustatina nel livello dei servizi erogati si potrebbe pure dare. Ma nel complesso, per la giunta del sindaco Michele Cattaneo, le campane suonano a festa. “Per il quarto anno – ha evidenziato – il comune di Rescaldina si è messo in gioco per farsi valutare dai cittadini in modo da poter intercettare i problemi e migliorare sempre più l’offerta dei suoi servizi”.

    E il lavoro compiuto in questo senso da Nicole Mazza, studentessa di alternanza scuola- lavoro che aiuta in questo periodo lo staff del sindaco, è copioso e denso di spunti di tutto rilievo. La disamina compiuta contempla anche il fatto che, di alcuni servizi, hanno usufruito pochi cittadini non avendo probabilmente taluni di essi necessità di servirsene. L’analisi si apre con una sottolineatura sui cittadini che hanno partecipato a questa sorta di referendum propositivo; di essi il 54,5 sono di sesso maschile e i restanti di sesso femminile.

    A rispondere è stata soprattutto la fascia d’età compresa tra 37 e 56 anni. Elevato il target dei votanti sul piano dell’istruzione: il 34,5 per cento è in possesso di laurea, diploma o dottorato, il 47,3 di diploma superiore. Quanto ai restanti, il 9,1 per cento detiene una qualifica professionale e l’8,2 per cento la licenza media. Dei votanti il 67 per cento appartiene al capoluogo Rescaldina e il 33 alla frazione di Rescalda. La ricerca entra poi nel dettaglio del grado di soddisfazione per evidenziare che circa il 75 per cento dei cittadini si dichiara in generale contento dei servizi erogati a fronte di un quarto di persone che storcono invece il naso.

    Dati lusinghieri si evincono anche per quanto riguarda l’Ufficio relazioni con il pubblico (67 per cento circa), scuole (oltre il 50 per cento), sportello unico (54,1), sicurezza (53,8), servizi sociali (65 circa), rifiuti (con un 82 per cento di cittadini che si dicono contenti della piattaforma ecologica pur lamentando invece qualche lacuna nella pulizia delle strade), servizi culturali (oltre l’ottanta per cento) servizi sportivi (73) e informativi (68,3). Per i cittadini si potrebbe invece fare qualcosa di più sul fronte dell’app che il comune ha messo a disposizione per le informazioni visto che il 49 per cento di essi si dichiara insoddisfatto. Nel complesso, però, esame superato per la giunta Cattaneo e i servizi offerti.

    Cristiano Comelli

    Articolo precedenteBià: il Politecnico alla Mivar… un successo!
    Articolo successivoEstate dell’82: l’Italia vinceva il mondiale, io la Maturità