Rescaldina, erre come.. riciclaggio. Il Comune riduce la tassa del 9.2%

    42

     

    RESCALDINA – Erre come Rescaldina, erre come riciclo. Nell’arte di riutilizzare i rifiuti il comune governato dal sindaco Gilles Ielo si conferma in prima linea. Lo dimostrano i dati del 2018 che lo hanno collocato al 396 o posto tra i comuni italiani, al 53o tra quelli lombardi, al 20° tra quelli della Regione tra i 5 e i 15 mila abitanti e al primo tra le municipalità della provincia meneghina compresi nella stessa fascia di popolazione. Un gran lavoro svolto di concerto da comune e buon senso civico dei cittadini che ha fruttato a Rescaldina la qualifica di comune riciclone anche per il 2019. Logica la soddisfazione sia di Ielo sia del consigliere delegato all’igiene urbana Daniel Schiesaro dopo avere ricevuto il riconoscimento nientemeno che a Roma.

    “Le scelte coraggiose degli scorsi anni di “Vivere Rescaldina” – dichiara il primo – stanno dando il loro frutto e quest’ennesimo premio ne è la dimostrazione, se in questi ultimi anni passi avanti sono stati fatti, il merito è tutto dei cittadini che ce la mettono tutta nel fare bene la raccolta differenziata”. E annuncia che nel 2021 scadrà l’attuale appalto e sarà messo a bando un nuovo servizio destinato a eliminare le eventuali criticità attuali. “Dopo l’esperienza dello scorso anno che ha visto premiato il nostro comune per la prima volta nella storia-  dichiara invece Schiesaro – la conferma di quest’anno premia il tanto lavoro fatto negli ultimi mesi per migliorare il servizio”. Anche da parte sua un ringraziamento a tutti i cittadini che sembrano proprio avere familiarizzato a dovere con la differenziazione dei rifiuti. “Grazie a questi miglioramenti – conclude Schiesaro – il nostro comune ha potuto ridurre la tassa rifiuti del 9,2 per cento”.

    Cristiano Comelli

    Articolo precedenteMagenta e rifiuti del giovedì sera, Aemme: ‘Colpa di chi espone i sacchi dopo l’orario di ritiro’
    Articolo successivoForza Alfredo! Da giovedì tutti a Palazzo Archinto, lungo il Naviglio di Robecco