NewsTerritorio

Rescaldina ‘Comune riciclone’ per il terzo anno in fila

 

RESCALDINA – E con questo sono tre. Ai riconoscimenti di “comune riciclone” assegnati a coloro che abbiano dimostrato particolare attenzione alla raccolta differenziata il comune di Rescaldina ha ormai fatto l’abitudine. Per il terzo anno consecutivo, infatti, il comune governato dal sindaco Gilles Ielo è rientrato nel novero di quelli premiati da “Legambiente” risultando tra i 598 più virtuosi. “Il comune di Rescaldina – spiega una nota diffusa dal municipio – si è distinto per numeri raggiunti nel 2019 ed è riuscito a posizionarsi, rispetto ai comuni aderenti all’iniziativa, al 507o posto in Italia su 7903 e al 76o tra tutti i comuni della Lombardia, al 34o tra i comuni lombardi tra 5 mila e 15 mila abitanti e al 7o tra comuni della Provincia di Milano tra 5 mila e 15 mila abitanti”.
Insomma, i cittadini di Rescaldina con la modalità di separare i rifiuti costantemente e correttamente per tipologia ci vanno davvero a nozze. Ed è certo piacevole constatazione sia per l’amministrazione sia per la popolazione il balzo in avanti compiuto dal comune rispetto al 2010 quando occupava il 1336o posto. “Essere premiati per il terzo anno consecutivo – afferma l’assessore all’igiene urbana Daniel Schiesaro – conferma la maturità del nostro sistema di gestione comunale, rientrare tra i migliori comuni in Italia nella gestione dei rifiuti è un onore, ma anche uno stimolo a non fermarci”. Le campane, peraltro, suonano a festa anche sul piano dei benefici economici derivanti alle tasche dei cittadini sul fronte della tassa rifiuti che ha avuto infatti una contrazione del 9,2 per cento medio annuo. Ampia soddisfazione traspare anche dalla disamina compiuta dal primo cittadino Gilles Ielo: “le scelte coraggiose di Vivere Rescaldina – afferma – stanno confermando la loro efficacia e quest’ennesimo premio ne è la dimostrazione, il ringraziamento per questo risultato è doveroso nei confronti dei cittadini per il loro impegno quotidiano nella raccolta differenziata”.  Ielo getta poi lo sguardo sull’immediato futuro ovvero sull’aggiudicazione del nuovo contratto d’appalto grazie al quale, dice, “avremo la possibilità concreta di risolvere le rimanenti criticità e migliorare ulteriormente l’ecosostenibilità ambientale della nostra Rescaldina”. Con una stella polare precisa ovvero il progressivo contenimento del volume di rifiuti e di indifferenziato “ulteriore speranza- conclude – considerato quanto sta accadendo in queste settimane in merito all’inceneritore Accam di Borsano”.
Cristiano Comelli
Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi