Renzi/1, via alla federazione con Azione

162

 

MILANO  – “Mi auguro che nel 2024 il partito unico sia la casa definitiva dei nostri progetti politici, europei ed italiani, lo faremo con Italia Viva e con l’obiettivo della Scelta”, acronimo di Salute, Cultura, Europa, Territorio e Avvenire.

“E lo faremo soprattutto sapendo che sì, di tempo ne abbiamo un po’ meno, di entusiasmo così così, ma chi è stato oggetto di tutte le aggressioni di cui siamo stati oggetto noi dà del tu alla libertà e ha tanta voglia di futuro”. Così Matteo Renzi durante l’assemblea nazionale di Italia Viva a Milano. “Da qui al 2024 dobbiamo continuare il percorso di federazione con Azione – ha aggiunto – chiederò a Teresa Bellanova e a Ettore Rosato di essere nel comitato della federazione per evitare di fare cose strampalate e sono sicuro che non si faranno”. Secondo Renzi, “fare subito un partito unico ha degli aspetti positivi ma anche degli aspetti negativi”, perché “non prendi subito le potenzialità di questo progetto” con il rischio di lasciar fuori “associazioni, movimenti e anche altri partiti. Se facciamo un percorso di federazione – ha proseguito – questo vuol dire che la federazione avrà il compito di rappresentare il nostro disegno europeista, con i gruppi parlamentari in Italia e in Europa, e come Italia viva possiamo creare occasioni di crescita”. E comunque “so che in alcune parti del territorio ci sono alcuni fra noi e Azione che pensano di fare una gara di tesseramento, non è questa la gara”. Perché “se ti metti nella logica di prendere una tessera in più, non hai capito niente – ha concluso Renzi – va trovato un criterio diverso, cioè legare il tesseramento a un grande progetto politico e culturale basato sui contenuti”.

 

Articolo precedenteLega/2, Salvini: sono segretario felice, problema è chi non fa congressi
Articolo successivoRenzi/2, la coraggiosa difesa di Carlo Nordio