NewsPolitica

Regione: via libera nel pomeriggio all’assestamento di bilancio

Conclusa la ‘maratona’ consiliare apertasi venerdì scorso. L’assessore all’Economia Massimo Garavaglia:  ‘Scelte strategiche su treni, casa e sanità’

 

MILANO – “In questo assestamento di bilancio, abbiamo dato una forte accelerazione agli investimenti che vanno nel segno dello sviluppo e, ove possibile, anche grazie al confronto in aula, abbiamo cercato di trovare ulteriori soluzioni ad una serie di questioni aperte, in materia di welfare e trasporto pubblico, compatibilmente, con i continui tagli messi in atto da parte dello Stato centrale”. Lo ha detto l’assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione Massimo Garavaglia intervenendo in Consiglio regionale a commento dell’approvazione dell’assestamento di bilancio 2017/2019 approvato questo pomeriggio.
FORTE ACCELERAZIONE SULLA SPESA D’INVESTIMENTO – “Mettiamo – ha ricordato Garavaglia – + 250 milioni di euro quanto a investimenti nel solo 2017, i filoni principali riguardano i treni e Aler, così da offrire risposte concrete ai cittadini lombardi. Complessivamente – ha continuato l’Assessore lombardo – abbiamo incrementato del + 80% la spesa d’investimento sul 2013 e del + 25% rispetto alla previsione 2017, perché solo investendo si creano benessere e nuovi posti di lavoro”.
SU TRENI SCELTA STRATEGICA – “Voglio sottolineare – ha continuato Garavaglia – come quello sui treni con un investimento di 1,6 miliardi di euro per l’acquisto di 160 nuovi treni, sia un intervento strutturale a tutti gli effetti e senza 19275327_1327530464027999_6155282247268389071_n-590x340precedenti. Entro fine anno, infatti, daremo avvio alle gare. Una ‘maxi operazione’ che non incide in alcun modo sulla capacità d’indebitamento futura della Regione, dato che come si legge nella norma approvata, la rata di rimborso prestiti rimane stabile nel tempo”.
CON ACQUISTO DIRETTO NESSUN RINCARO – “Questo intervento, inoltre, – ha proseguito l’Assessore lombardo – ci consente attraverso l’acquisto diretto dei convogli, di ottenere significativi risparmi. Se ci fossimo, infatti, affidati ad soggetto esterno, come accade in molte altre regioni, questo si sarebbe tradotto in aumento delle tariffe per i cittadini. E’ un piccolo grande particolare, che forse è passato sotto traccia, ma si tratta di una scelta fondamentale, oltre che strategica, dato che andiamo a rinnovare completamente la flotta dei treni in circolazione”.
ALTRI 100 MILIONI PER LA SANITA’ “Con questo intervento – ha ricordato Garavaglia – andiamo a stanziare altri 100 milioni di euro per la sanità, che si aggiungono agli oltre 500 milioni già messi a bilancio su questo capitolo attraverso il Piano straordinario d’investimenti per il triennio 2017/2019″.
IRAP AZZERATA PER TRE ANNI – “In questo assestamento, oltre che attraverso gli investimenti, sosteniamo la ripresa concretamente, ponendo particolare attenzione a quelle categorie, come il mondo del commercio, che più hanno sofferto la crisi in questi anni. In questa direzione – ha proseguito l’assessore all’Economia – va l’azzeramento dell’Irap, l’imposta regionale sulle attività produttive, per i prossimi tre anni per i nuovi esercizi commerciali nei centri storici urbani dei Comuni capoluogo e di quelli con una popolazione superiore ai 50 mila abitanti. Così facendo Regione Lombardia, dà un segnale forte anche a sostegno dei nostri centri commerciali naturali e dei negozi di vicinato, con uno stanziamento pari a 20 milioni di euro, che rappresentano il vero cuore pulsante delle nostre città”.
2.000 ALLOGGI PER LE GIOVANI COPPIE – “L’altra scelta strategica, sempre di natura strutturale – ha aggiunto l’esponente della Giunta lombarda – riguarda il patrimonio immobiliare di Aler. Con i 27 milioni di euro stanziati nel complesso, andiamo a fare un intervento a tappeto. In particolare, 10 milioni di questi, ci consentiranno di avere a disposizione in tempi rapidi quasi 2.000 alloggi da destinare soprattutto alle giovani coppie in cerca di abitazione”.
FONDO PREVIDENZA COMPLEMENTARE – “Di particolare significato – ha concluso Garavaglia – vi è poi l’istituzione di un fondo pensione territoriale su base regionale. Abbiamo stanziato per ora simbolicamente 100 euro, quindi, faremo in sede di bilancio le opportune valutazioni. Tutto questo a rimarcare il valore che ha per noi questa misura di previdenza complementare soprattutto in prospettiva, per chi si è da poco affacciato al mondo del lavoro e, pertanto, necessita di maggiori tutele. Un’attenzione, che alla luce dell’esito del referendum del prossimo 22 ottobre potrà crescere ulteriormente”. (Lnews)

 

 (*fonte: comunicato stampa a cura di Lnews)

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi