NewsPolitica

Regione, venti di crisi? L’Ncd vuole disertare il Consiglio

Pesante dichiarazione di Stefano Carugo ad Affaritaliani

 

MILANO – Venti di crisi o pesce d’aprile? Pare seria la protesta dell’Ncd, che a fronte del mancato rimpasto che pareva ci dovesse essere in marzo (ma che non  c’è mai stato) punta i piedi. Il partito a cui fanno riferimento l’ex sindaco di Magenta Luca Del Gobbo e l’ex assessore magentino Alessandro Colucci sembra disposto a fare sul serio: oggi, 1 aprile,  potrebbe disertare l’aula del Consiglio regionale.  E polemizza duramente col governatore Roberto Maroni.

Il perché lo spiega il monzese Stefano Carugo, uomo forte di Comunione e Liberazione al Pirellone, a Fabio Massa di Affaritaliani: “La vicenda del Nasko è quella che ha fatto traboccare il vaso. C’è una questione di merito e di metodo, nessuno di noi andrà in consiglio. Ripeto: Maroni si deve dare una svegliata nel metodo e nel merito – spiega Carugo – Tutte queste iniziative leghiste da campagne elettorale, questa ansia contro gli immigrati, il libretto sanitario, la marijuana libera, le prostitute. Stiamo rasentando la barzelletta. E’ da un anno che non facciamo una riunione di maggioranza. Bisogna smetterla”.

ROBERTO MARONI INTERVIENE ALLA FESTA DEL PDL

Fabrizio Provera

Prova Note

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi