Regione Lombardia-Trenord, verso nuovo contratto di servizio. Sperem..

    171

     

    MILANO  Procede la negoziazione tra Regione Lombardia e Trenord per la stipula del Contratto di Servizio in vigore dal 2022 al 2031. Lo ha riferito il gestore in una nota nella quale evidenzia che, in vista di questo obiettivo, l’Assessorato alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile e Trenord hanno presentato ai membri della Quinta Commissione del Consiglio Regionale “Territori e Infrastrutture” le nuove disposizioni dell`Autorità di Regolazione dei Trasporti per la stesura dei Contratti di Servizio di trasporto ferroviario regionale. Le regole quadro sancite dall’Autorità definiscono criteri uniformi a livello nazionale, declinati sulle diverse realtà locali.
    Come definito dalle Delibere emanate dall’Art tra il 2018 e il 2019, i nuovi Contratti di Servizio dovranno indicare i requisiti che le aziende di trasporto devono rispettare in quattro ambiti:
    diritti minimi da garantire agli utenti, condizioni minime di qualità dei servizi, efficienza gestionale, equilibrio economico finanziario. L`Assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi e l`Amministratore Delegato di Trenord Marco Piuri hanno illustrato i principali criteri che stanno guidando i lavori di definizione dei contenuti del Contratto.
    In particolare, un possibile sviluppo dell`offerta dovrà essere coerente con i rilasci infrastrutturali previsti. Gli importanti lavori di adeguamento delle infrastrutture programmati dai gestori nei prossimi 10 anni – in particolare la seconda metà – sono elemento imprescindibile per prevedere uno sviluppo dell`offerta in termini quantitativi e di tipologia. Si sta lavorando pertanto su ipotesi flessibili e attivabili anno per anno, all`accadere di definiti rilasci infrastrutturali.
    Collocandosi dopo un biennio di netto calo dei passeggeri, e dunque dei ricavi, dovuto alla pandemia, il periodo interessato dal nuovo Contratto presenterà elementi di incertezza riguardo la domanda di trasporto che si proporrà e l`equilibrio economico-finanziario. Per questo, il monitoraggio e l`analisi della domanda saranno strategici per disegnare un servizio adeguato a rispondere a flussi in evoluzione e compatibile con le risorse disponibili. L`articolazione del servizio terrà conto inoltre del programma di rinnovo della flotta in corso in Lombardia, che porterà un aumento di posti offerti. Saranno previsti momenti intermedi di verifica e di riprogrammazione flessibile, in coerenza con quanto indicato dall’Autorità.

     

    Articolo precedenteMarcallo con Casone, Pasquale Moro si prende una pausa dal Village
    Articolo successivoMagenta, il ‘re del gelato’ Stefano Lavazza ha detto SI’ a Michela