Radici in crescita, sequenza giornaliera degli accadimenti- di Ivan D’Agostini, 15 febbraio

    51

    Quindicifebbraio

     

    Freddo, un freddo cane stamattina, anche se le dita erano protette dai guanti un freddo attanagliava i polpastrelli, ma come fanno i semi a resistere? Qual è quella forza che evita il gelo, il congelamento; come i mandarini sul balcone dell’altra sera che, sebbene coperti da un buono strato di carta, con la borsa delle arance, due sole per la verità, acquistate due giorni prima e già pressoché terminate (finite nello stomaco a dettare vitamine e a costruire la coltre chiusa contro i raffreddori di stagione), sopra e pure con il borsone delle cortecce raccolte dal nino la scorsa estate appositamente per me, sdraiate sopra, insomma “una bella coperta” avevo pensato e, e invece niente, niente il gelo se l’è presi ugualmente. E allora penso ma come fanno i tuberi delle peonie (le mie care peonie che dalla canicola estiva piegano sempre il capo mentre io e la Li siamo sempre li ad innaffiare e bagnare sin che il capo non si rialza), al Caselle, nella notte al gelo che stratifica le foglie bianche trasparenti dell’acqua sopra i pesciolini rossi che se ne stanno beati, sic! forse, nel fondo ad attendere marzo, come fa la natura a fare provvista di caldo, quel caldo che Ti spacca la testa a luglio, ti asciuga le caviglie ad agosto, come fanno insomma?

    Eh si, perché qua, al caldo, dentro la mia stanza, mentre il sole batte sul bordo del “vassoio” e mentre dal bordo i lembi, con una fatica boia, di quella pseudo piantina di alberino, cercano la luce libera dall’ombra del bordo, cazzarola stentano la loro crescita.

    Come fanno?

    E un dubbio attanaglia la mente, la mia ma non solo l’unica. Ma come fanno gli uomini a sopravvivere a tutto questo se qualcuno a tratti, a lembi di vita non gli ricordasse che proprio quella vita è fatta di pezzetti carta, a volte anonimi ma così importanti per le nostre umili vite.

    charly

    E se ciò non bastasse come può essere che questa costante a volte si spezzi proprio per manifestare la continuità?

    Già come?

    Cos’è la vita? Domande!

    Articolo precedenteVolley Magenta sconfitto dal Desio Volley Brianza
    Articolo successivoVolley Magenta superiore ai pari età del Bresso. Finisce 3-1