Radici in crescita, romanzo breve di Ivan D’Agostini- 6 febbraio

    68

    Seifebbraio

     

    Lunedì, giorno della luna, giorno del mercato, ripresa o riavvio della frenesia; senza, a volte, neppure lo stacco dalla precedente giornata.

    Come quando si agonizzava sull’ultimo concorso e la scadenza era prossima, anzi incombente; quella data messa a mangiarti il culo, quello mio secco, a eroderti le dita che si consumavano nei colori, nei pastelli che affilavo con il temperamatite, con il disegno che, per vedere se andasse bene, lo guardavo anche dall’alto salendo in piedi sullo sgabello, un disco che puntualmente ruotando, si abbassava.

    inizio

    Lunedì, un altro lunedì passato in solitudine, in questo inizio d’anno che ancora non parte come vorrei che partisse.

    In questo inizio.

    Articolo precedenteLa Vecchia Botte: un fine settimana da leccarsi i baffi…..
    Articolo successivoIl generale alpino Luigi Morena è andato avanti. Onore a un grande italiano