Progetto Magenta sa la ciapa cunt i barbè.. pori num..

    123

     

    MAGENTA – 📍Succede a Magenta! 💇‍♀️A Magenta il sindaco pensa che alla domenica il virus si prende una pausa e poi lunedì riprende a circolare. ✂️ E mentre il virus riposa si va tutti dal parrucchiere o dall’estetista!  ✖️Con un’ordinanza che richiama anche la gravità della situazione nella nostra regione e mentre tutti invitano ad evitare movimenti di persone a Magenta il Sindaco dà a parrucchieri ed estetisti la possibilità di restare aperti nella giornata di domani. 🔴Poi da lunedì zona rossa! 🔴

    Posto che ognuno fa opposizione come crede, e che la dialettica democratica ha notevolissime licenze espressive e target di riferimento, possibile sapere cosa diamine hanno fatto parrucchieri e parrucchiere a Progetto Magenta? Il gruppo di Silvia Minardi, che ha prodotto numerose interrogazioni e proposte tutt’altro che banali (pensiamo alla mostra fotografica dei mesi scorsi), ha preso a nostro avviso un bel granchio, ‘prendendosela’ con l’ordinanza del Comune e di Chiara Calati che recita Covid, misure a sostegno delle imprese: con l’ordinanza firmata dal sindaco di Magenta, Chiara Calati, parrucchieri ed estetisti potranno rimanere aperti nella giornata di domenica 14 marzo.

    Di tutte le decisioni o le non decisioni che ci hanno lasciato parecchio dubbiosi, questa ultima ci pare infatti azzeccata. Dalla politica, dopo 1 anno di dolore e sanguinose chiusure, vorremmo avere parole e proposte su come APRIRE, in sicurezza e salute, ogni negozio possibile. E non proteste se qualcuno cerca di salvare il salvabile nell’annus horribilis per i commercianti magentini e lombardi! Avremmo voluto sentire da Mario Draghi ed anche Attilio Fontana idee più coraggiose, che non fossero una sterile fotocopia di quanto avvenuto a marzo 2020. Eppure, con 1 milione di lombardi già vaccinati, dato di ieri, tocca a tutti ritornare in  quell’incubo sanitario e sociale chiamato zona rossa.

    Perché dunque prendersela con una ordinanza che consente di dare un po’ di fiato ad attività economiche martoriate? Davvero non ci sovviene.. perché ci sta, ribadiamo, essere e fare opposizione. Epperò.. est modus in rebus, professoressa..

    In barba (…) ai peana contro i barbè, chi scrive oggi andrà in via Roma dai ragazzi e dalle ragazze di Leontony, che dal maggio scorso hanno adottato rigorosi protocolli di sicurezza a tutela di lavoratori e clienti, e che sono (lo scriviamo da quando sono arrivati) commercianti bravi, dinamici, innovativi e coraggiosi. E ci andremo in barba (pure) a Progetto Magenta.

    Fabrizio Provera

    Articolo precedenteLa boxe piange il Meraviglioso: è morto Marvin Hagler
    Articolo successivoNovara: dall’8 marzo sciopero della fame contro la Dad, la protesta di Luca