Profondo rosso… che bel castello a Torino ma anche a Cerane (o). Di Massimo Moletti

297

Oh che bel castello macondiron diron dello o che bel castello maccodiron diron da!!!! La filastrocca innocente ma da rendere demente sembra la musica innocente del capolavoro di Dario Argento “profondo rosso” film coscritto mio e con una colonna sonora storica ….

Ma questa è la canzoncina di introduzione per fare capire che abusi e soprusi sui minori ci sono sempre stati ma oggi sembra sempre scoprire l’acqua calda dove l’assassino del film uccide una delle sue vittime

La prima e unica volta che ho visto villa Scott a Torino location del suddetto film rimasi senza parole e ringrazio che fosse mezzogiorno e di stare in gruppo …

Un mirabile e sublime esempio di stile liberty torinese dell’Ingegnere Pietro Fenoglio !!!un vero castello di bellezza architettonica e mediatica ispirazione macabra …

Posseduto da fantasmi, misteri e con sale torture e cadaveri nel 20° secolo come per i castelli medioevali ….

Noi ragazzi del borgo di Cerano chiamiamo castello il bel palazzo di casa Langhi dove anche li nel 2003 un piccolo giallo da cucina è stato ambientato con Ezio Greggio e Enzo Iacchetti  “Benedetti dal Signore”….

Quindi anche noi abbiamo il nostro castello mediatico reso popolare dalla televisione come in molti paesi un castello è presente …

Milano ha il suo enorme castello sforzesco con la linea Cadorna Novara scendendo a Galliate si può vedere la sua copia in piccolo ….

Un edificio recinto da mura serve per sognare, ricordare, idolatrare e anche avere paura e per ridere dei condannati a morte degli emarginati che hanno osato ribellarsi al Re al suo Vassallo …

Si costruiscono ancora castelli???? in aria io ne ho fatti a milioni ma senza chiedere una lira pardon euro a nessuno !!!di carte forse dimostra la bravura e la precisione !!!!in miniatura demotiva le prestazioni !!!

Di sabbia ma le onde poi lo porteranno via e non lasceranno il ricordo come un amoretto estivo !!quindi bisogna costruirne uno vero …

Magari non con le mura e le torri e merli ma con le sembianze per dire lascio una testimonianza della mia grandezza.

Non è per questo che si fanno figli ??? E molti vogliono il figlio maschio???? senza distinzione di razza o religione, un giorno in ospedale un vecchio nonno orgoglioso e esilarante estasiato quasi da abuso di sostanza stupefacente gridava al mondo “ho l’erede”….neanche fosse la corona inglese ….

Ma forse non piace la Monarchia e nobiltà per gelosia non per convinzione di diritto d’eguaglianza.

Come in passato non potevi criticare il Castello del Re o suo tirapiedi o becero parassita vassallo neanche oggi puoi criticare i nuovi castelli di auto celebrazione dei potenti o presunti tali.

Forse hanno paura come in profondo rosso di averci murato qualche scheletro o solo per eccessivo senso di superiorità.

Ma la cantilena del popolo diventa assordante quando monotona nell’autocelebrazione e genuflessione a chiappe a modo di porta bicicletta …..

Le critiche o anche solo dubbi o semplici domande creano una reazione isterica degna del riflesso dello specchio dell’inizio e fine del film del maestro romano …

Forse hanno paura che si capisca l’immagine riflessa o si veda il loro vero volto o solamente la messa in dubbio alla loro infallibilità …

Forse i miei castelli in aria cadono nella realtà ma io avrò un castello di sabbia che le onde non riusciranno a portarmi via …

Massimo Moletti

Articolo precedenteBusto Garolfo: gatto spaventato fugge su un albero di 12 metri, messo in salvo dai Vigili del Fuoco di Inveruno
Articolo successivoJeep Web Week, tutti i vantaggi del selling on line