Presente e futuro delle Vie d’Acqua

    139

    LOCARNO CH – Lo scorso 6 giugno a Locarno si è tenuta l’Assemblea Generale Ordinaria della Locarno-Milano-Venezia, la storica Associazione nata nel 1938 e ricostituita nel 2008. Nel corso dei lavori è stata ricordata l’attività dell’anno trascorso con l’impegno nella preparazione del progetto Interreg Slowmove – Ponti d’acqua verso il futuro – che coinvolge numerosi partner sia sul versante elvetico che italiano, tra cui ETVilloresi, e di cui l’Associazione è capofila svizzero – incentrato sullo sviluppo del trasporto lungo il Lago Maggiore, il Ticino e il sistema dei canali nel rispetto ambientale.

     

    A seguire le dettagliate relazioni sulle discese 2016 e 2017, riportate dal Club Motonautico di Venezia, hanno restituito il quadro della navigabilità delle vie d’acqua tra Svizzera e Italia. Per il Consorzio ha preso parte all’Assemblea il Direttore dell’Area Amministrativa Massimo Lazzarini, che ha posto l’accento, al di là della realizzazione, sugli aspetti economici relativi alla gestione delle infrastrutture per la navigazione. Lazzarini ha altresì ricordato come l’insediamento dei nuovi organi politici regionali abbia al momento messo in stand-by il lavoro di ricerca di risorse per la riapertura della tratta Milano-Pavia, sempre comunque caldeggiato dal Consorzio, come confermato recentemente dal Presidente Alessandro Folli: “Rimane costante l’impegno del Consorzio per la completa attuazione della Locarno-Milano-Venezia, in particolare per la riapertura del tratto dal capoluogo lombardo sino a Pavia; stiamo riattivando in Regione Lombardia, dopo il rinnovo della Giunta, importanti supporti al progetto, che confidiamo possa partire in tempi ragionevoli. Siamo convinti che la realizzazione delle opere in questione rappresenterebbe un traguardo importante non solo per lo sviluppo delle Vie d’Acqua ma anche, in generale, per la crescita economica dei territori di riferimento“.
    Durante il dibattito, la rappresentanza del Comune di Milano ha anticipato la consultazione pubblica in avvio nella metropoli per la riapertura di alcuni tratti dei Navigli. (*fonte: news letter ETV News)

    Articolo precedenteMagenta, Silos a pagamento. Fratelli d’Italia si smarca
    Articolo successivoMorimondo e i fontanili: partira’ nel 2019 il progetto per sfruttarli nella coltivazione del riso (VIDEO)